Onfim

Article

August 16, 2022

Onfim (antico novgorodiano: онѳиме) era un ragazzo di Novgorod che ha lasciato una serie di primi documenti che sono stati conservati nel terreno argilloso. Scrisse nel dialetto dell'antico slavo di Novgorod e si dice che avesse tra i sei ei sette anni quando scrisse le sue opere, tra il 1234 e il 1268. Le opere includono, tra le altre cose, i suoi appunti, varie letture e compiti di scrittura, oltre a disegni di scene di battaglia, autoritratti e disegni di altri conoscenti. La maggior parte dei documenti sono stati trovati il ​​13 e 14 luglio 1956. Questi sono stati trovati insieme, il che suggerisce che li abbia persi tutti insieme e allo stesso tempo. I documenti sono stati donati al Museo Storico Statale, dove fanno parte della collezione permanente. Più di 1.000 documenti di linfa di betulla sono stati trovati nel terreno argilloso di Novgorod.

Sfondo

Quando Onfim visse, doveva essere comune poter leggere e scrivere nella Repubblica di Novgorod, sia per classi sociali che per genere, rispetto al resto d'Europa. La città di Novgorod è circondata da foreste di betulle e la corteccia di questi alberi è stata usata come materiale per scrivere per diverse centinaia di anni, poiché è morbida e quindi relativamente facile da scrivere. Dal 1951 sono stati trovati oltre 1.100 primi documenti. Questo, oltre alla corrispondente quantità di strumenti di scrittura che sono stati trovati anche, è uno dei motivi per cui sembra che la Repubblica di Novgorod avesse una cultura di scrittura insolitamente forte.

Le opere di Onfim

Onfim ha lasciato 17 primi documenti. Dodici di questi contengono illustrazioni, mentre cinque di essi hanno solo del testo. Una delle illustrazioni raffigura un cavaliere a cavallo che accoltella qualcuno a terra con una lancia. Si presume che il cavaliere sia lo stesso Onfim, poiché il suo nome è scritto a destra della figura. Molti dei testi sono tipici compiti di lettura e scrittura, che mostrano che si esercitava, tra le altre cose, a scrivere l'alfabeto ea ripetere sillabe, oltre a scrivere estratti di inni che poteva. I suoi testi includono frasi come "Signore, aiuta il tuo servitore Onfim", ma la maggior parte dei suoi testi sono estratti dal libro dei Salmi, inclusi 6.2 e 27.3 I disegni di Onfim includono cavalieri, cavalli, frecce e nemici sconfitti in battaglia. Il documento numero 199, una delle immagini che dovrebbe ritrarlo travestito da animale di fantasia, mostra l'immagine di un animale con collo lungo, orecchie a punta e coda. L'animale deve anche avere in bocca una freccia con una piuma all'estremità, ma può anche accadere che questa indichi che l'animale sputano fuoco. Il testo fornito con l'immagine dice "Sono un animale selvatico" e "Saluti da Onfim a Danilo", che presumibilmente era un amico o un compagno di studi di Onfim. Il numero delle dita raffigurate nei suoi disegni varia da tre a otto per mano, poiché non aveva ancora imparato a contare.Sull'altro lato del documento numero 199 c'è un esercizio di alfabeto. Sul documento numero 205, Onfim ha scritto l'alfabeto cirillico e lo ha firmato con "On[f]". Sotto c'è un disegno che si crede sia una barca con i remi. Il documento numero 204 ha ancora un altro compito alfabetico e raffigura Onfim e molti dei suoi amici.Oltre ai suoi testi che mostrano come si è svolta l'istruzione a Novgorod, i suoi testi hanno anche un valore dal punto di vista linguistico. Nel testo che scrive lui stesso, Onfim non usa mai le lettere ъ e ь; sono costantemente sostituiti da о ed е, nonostante scriva ъ e ь nei suoi esercizi di alfabeto. Ciò suggerisce che la pronuncia di ъ e ь ha coinciso con о ed е. ъ e ь si verificavano ancora, ma solo in testi scritti in un registro superiore. Per i primi documenti semplici e informali, questa distinzione ortografica chiaramente non valeva la pena di evidenziare. Nonostante ciò, a Onfim fu insegnato a conoscere anche le lettere antiche, a saper leggere anche testi più antichi.

Galleria

Riferimenti

Letteratura

Chambers, John H. (16 ottobre 2008). Storia di tutti (inglese). Xlibris. ISBN 978-1-4628-2167-9. Schaeken, Jos (2012). Stemmen Op Berkenbast: Berichten Uit Middeleeuws Russia: Dagelij