Mauritania

Article

August 16, 2022

La Mauritania, ufficialmente Repubblica Islamica (a) Mauritania, si trova nell'Africa occidentale e confina con il Sahara occidentale, l'Algeria, il Mali e il Senegal e ha una costa affacciata sull'Oceano Atlantico a ovest. La capitale e la città più grande è Nouakchott, situata sulla costa. Il nome deriva dall'antico regno berbero della Mauretania.

Geografia

Con 1.030.700 km², la Mauritania è il 29° paese più grande del mondo. Il territorio è costituito principalmente da pianure aride nel Sahara, alcune colline nelle zone centrali. Il punto più basso è Sebkha de Ndrhamcha a -3 me il punto più alto è Kediet Ijill a 910 m La Mauritania è un paese arido con molto deserto e poche aree montuose. Due terzi del Paese sono coperti dal deserto del Sahara, dove non piove quasi mai e sopravvivono solo arbusti sparsi. Questa zona è molto scarsamente popolata e subisce sbalzi di temperatura estremi, da 10 gradi nel cuore della notte e fino a 60 gradi durante il giorno. Il deserto del Sahel e il fiume Senegal sono più a sud del paese e sono aree leggermente più fertili del vasto deserto del nord. Lungo la costa allungata il clima è più temperato, ma anche qui le precipitazioni sono scarse e scarsamente popolate.

Clima

Il più grande problema ambientale della Mauritania dalla siccità degli anni '60 e '70 è stata la desertificazione, dove la terra sempre più fertile è coperta da pianure di sabbia aride. La mancanza di controllo sull'abbattimento della foresta sparsa porta all'esaurimento del suolo e alla dispersione del suolo. Il paese sta anche lottando con la mancanza di accesso all'acqua pulita, sia a causa del calo delle precipitazioni sia per la mancanza di trattamento delle acque reflue e scarichi industriali.

Dati demografici

La Mauritania ha una crescita della popolazione del 2,94% (stima 2004) e un'aspettativa di vita media prevista di 50,76 anni. La popolazione è suddivisa in mori 30%, neri 30% e misto mori/neri 40%. Il 37,7% della popolazione di età superiore ai 15 anni sa leggere e scrivere (stima 1995). Si stima che circa 600.000 persone, circa il 20% della popolazione, siano attualmente tenute schiave in Mauritania. Il 100% della popolazione è musulmana.

Storia

Dal '200 al '600 i berberi arrivarono dal nord Africa e cacciarono l'etnia originaria della zona, i Bauforen. Nel 1076, monaci guerrieri arabi e islamici (gli Almoravidi o al Murabitun) avevano conquistato la parte meridionale dell'area dall'impero del Ghana. Nel corso dei successivi 500 anni, gli arabi conquistarono l'area contro la feroce opposizione dei berberi. La Francia ha colonizzato l'area nel 20esimo secolo, prima che il paese diventasse indipendente nel 1960. Negli ultimi anni, una serie di colpi di stato militari hanno cambiato gli equilibri di potere nel paese. Nel 2007, il paese ha tenuto le sue prime elezioni democratiche dal 1960. Circa 3.500 anni fa, il deserto del Sahara era una pianura fertile, con una ricca vita animale e vegetale e insediamenti sparsi. Intorno all'anno 200 dC, i berberi del Nord Africa iniziarono a stabilirsi nella zona. Dal IX secolo, le aree meridionali dell'attuale Mauritania furono dominate dagli imperi del Mali e del Ghana, mentre le aree settentrionali furono incorporate nell'impero musulmano almoravidi. Nel XVI secolo, le forze marocchine conquistarono gran parte del paese e introdussero la lingua, la cultura e l'organizzazione sociale araba. Nello stesso periodo, le potenze europee iniziarono a stabilire stazioni commerciali temporanee lungo l'intera costa dell'Africa occidentale. Durante la Conferenza di Vienna del 1815, alla Francia fu concesso il pieno controllo della fascia costiera dell'attuale Mauritania e del Senegal. La Mauritania è diventata parte della Federazione francese dell'Africa occidentale AOF nel 1920 e indipendente nel 1960. Nel 1975, la Mauritania è entrata nel Sahara occidentale per impedire al Marocco di espandere il proprio territorio a sud. Dopo lunghe lotte contro il movimento di liberazione del Sahara occidentale Polisario e un colpo di stato militare nel 1978, il paese si è ritirato dal Sahara occidentale. Per i decenni successivi, il paese è stato governato in modo non democratico cambiando governo, fino al 2005 quando il governo è stato estromesso dai militari. Le elezioni si sono svolte nel 2007 in cui è stato eletto Sidi Ould Cheikh Abdallahi. Nell'agosto 2008, il governo democraticamente eletto è stato rovesciato ed è stato schierato un mi