Sistema solare

Article

June 29, 2022

Il sistema solare è il sistema planetario costituito dal Sole e dagli astri che sono legati al Sole per gravità. Il Sole è una stella della sequenza principale di classe G2 di 1,39 milioni di chilometri di diametro. Il Sole rappresenta il 99,86% della massa del sistema solare. Oltre al Sole, il sistema solare contiene otto pianeti, cinque pianeti nani, oltre un milione di asteroidi conosciuti, 644 lune di pianeti, pianeti nani e asteroidi e 3701 comete conosciute (a gennaio 2021). La maggior parte di questi oggetti ruotano attorno al Sole in orbite con orbite piccole rispetto all'eclittica. Nello spazio tra questi corpi celesti c'è la materia interplanetaria. Secondo una definizione, il sistema solare è delimitato dall'eliopausa, il confine dell'eliosfera.

Origine

Il sistema solare si è formato circa 4,5 miliardi di anni fa, quando una nube interstellare di gas è diventata attiva per ragioni sconosciute e ha cominciato a rimpicciolirsi sotto il suo stesso peso e a ruotare sempre più velocemente, creando il Sole al centro di questa nube di gas. Il collasso del centro della nube di gas, chiamata anche nebulosa solare, è durato 100.000 anni. L'enorme calore che si è creato durante la contrazione ha creato una piccola stella che ha risucchiato gran parte della nube di gas ed è diventata così una stella a tutti gli effetti: il nostro Sole. Il gas rimanente, chiamato anche disco di accrescimento, ha quindi iniziato a raffreddarsi e pezzi di ghiaccio, roccia e metallo si sono solidificati, che sono diventati sempre più grandi all'impatto mentre si ammassavano insieme. Quei grossi pezzi hanno raccolto tutto il materiale rimanente, ad eccezione di alcuni asteroidi e meteoroidi. Quindi alcuni pezzi (protopianeti) erano diventati abbastanza grandi da aspirare l'ultimo pezzo di gas. A quel punto, un milione di anni dopo la formazione dei primi frammenti, il Sole ha improvvisamente iniziato a produrre una forte radiazione, un vento solare, che ha spazzato via il mantello che circonda quasi tutti i protopianeti tranne i giganti gassosi. Successivamente, i protopianeti hanno lentamente guadagnato un'orbita stabile attorno al Sole, e i pianeti e le lune si sono formati dalle ultime grandi collisioni tra i protopianeti. Circa 4 miliardi di anni fa, il sistema solare ha dovuto ancora affrontare un bombardamento cosmico, che ha creato grandi crateri da impatto su molte lune e pianeti.

Movimento

Il Sole si trova nella Bolla Locale nel Braccio di Orione, un braccio a spirale della Via Lattea a una distanza di 26.490 ± 100 anni luce dal centro galattico. Il sistema solare si muove ad una velocità di circa 220 km/s in 225-250 milioni di anni in un'orbita fissa attorno al centro della Via Lattea. Una teoria tra gli scienziati è che il percorso che il Sole segue attraverso i bracci a spirale nella Via Lattea contribuisce alla periodica estinzione di massa della vita sulla Terra.

Sole e pianeti (nani)

Tradizionalmente (fino al 2006) nove pianeti erano inclusi nel sistema solare. I pianeti Mercurio, Venere, Marte, Giove e Saturno sono conosciuti fin dall'antichità. Dopo l'invenzione del telescopio, furono scoperti Urano (1781), Nettuno (1846) e Plutone (1930). Negli anni '90 si scoprì che l'allora nono pianeta, Plutone, era solo uno dei tanti oggetti simili nella fascia di Kuiper. Sorgeva la domanda se questi oggetti simili a Plutone dovessero ora essere tutti classificati come "pianeti". Con la scoperta di oggetti sempre più grandi, come Quaoar e Varuna, il numero classico di nove pianeti è stato messo sotto pressione. Con la scoperta dell'Eris, molto più grande, era necessaria una nuova definizione di pianeta. Secondo la nuova definizione, Plutone è ora chiamato "pianeta nano" e il sistema solare ha otto pianeti "veri". Un nuovo pianeta? Nel gennaio 2016, è stato riferito che esiste una forte evidenza di un nono pianeta con dimensioni simili a Nettuno ma ben oltre l'orbita di Plutone. Questo pianeta ancora ipotetico è provvisoriamente indicato come Pianeta N