Dizionario

Article

August 15, 2022

Un dizionario è una raccolta di parole generalmente disposte in ordine alfabetico in una o più lingue che forniscono un libro di riferimento che fornisce informazioni sul significato, la pronuncia, l'ortografia, le proprietà linguistiche, la sillabazione e i sinonimi di ogni parola inclusa. Inoltre, di solito vengono forniti esempi dell'uso della parola, come in connessioni fisse con altre parole. I dizionari multilingue di solito forniscono le informazioni sulle parole in una lingua diversa da quella da cui provengono le parole stesse e una loro traduzione. Inoltre, ci sono parole specialistiche in tutti i tipi di campi.

Digitando

Esistono diversi tipi di dizionari. Il dizionario o dizionario di traduzione è il tipo più vecchio. Danno il significato di parole in una lingua straniera nella lingua del consultore. Nel Medioevo esistevano tali dizionari o elenchi di parole per l'apprendimento del latino. Dalla fine del Medioevo apparvero dizionari per le lingue moderne come il francese e l'alto tedesco. Solitamente vengono pubblicati due volumi, uno per la traduzione dalla lingua straniera e uno per la traduzione nella lingua straniera. Il dizionario esplicativo definisce il significato della parola in una lingua. Nella loro forma più ambiziosa, queste opere sono di dimensioni non inferiori a un'enciclopedia cartacea. Dizionari come il Dictionary of the Dutch Language, Le Robert, le versioni estese di Oxford e il Webster's Dictionary sono principalmente per uso accademico. Il dizionario sistematico o thesaurus divide il vocabolario in categorie e (sotto)categorie, in parti del discorso e tipi di frasi. Poiché un'espressione linguistica può spesso rientrare in diverse categorie, la seconda parte è un registro alfabetico di tutte le parole radice. La parola giusta del dottor L. Brouwers è un esempio olandese. Il titolo esprime esattamente quando un oratore o uno scrittore lo usa: nella precisa articolazione del suo pensiero in termini tecnici o varianti di stile. Il dizionario tassonomico non dispone principalmente i termini in ordine alfabetico, ma in una gerarchia di specializzazione-generalizzazione, che può essere presentata come (parti di) una rete gerarchica o come una struttura ad albero. Questi dizionari di solito non vengono forniti in forma di libro, ma elettronicamente come database, per cui i termini possono essere ricercati in ordine alfabetico, ma i risultati della ricerca sono presentati graficamente in strutture ad albero o di rete. Quindi è possibile selezionare i termini correlati e consultarne le definizioni. Un esempio è il dizionario tassonomico olandese Gellish. Il dizionario specialistico mostra il gergo di un argomento o di un gruppo di persone. In questa categoria sono presenti sia dizionari esplicativi che dizionari (ad es. Dizionario del Politecnico). Il dizionario idioticon o dialettale mostra il vocabolario tipico di una città o di una regione. Oggi, i dialetti principali sono presi così sul serio che viene compilato un dizionario completo per loro. Per quelli più piccoli sarà sufficiente il tipico glossario, in quanto i dialetti dei paesi vicini di solito non differiscono molto.

Dizionari olandesi

Cornelius Kiliaan compilò il primo dizionario olandese-latino alla fine del XVI secolo. Questa è una fonte unica di parole obsolete. Wigardus à Winschooten scrisse Seeman nel 1681, il primo dizionario che spiegava i termini e i detti di spedizione olandesi in olandese. Forse i dizionari più notevoli erano quelli di Adriaan Koerbagh. Koerbagh scrisse sotto lo pseudonimo di Vreederijk Waarmond nel 1664 't Nieuw Words-Boeck der Regten, seguito da Een Bloemhof van alleley lieflijkheyd nel 1668. Quest'ultimo opuscolo era una spiegazione di varie parole straniere. I religiosi intolleranti trovarono la spiegazione "dolorosa", così lo scrittore fuggì nel Culemborg, legalmente autonomo, e poi si nascose a Leida. il becco