carrozza ferroviaria

Article

August 15, 2022

Una carrozza ferroviaria è un veicolo ferroviario senza propulsione propria, destinato al trasporto di passeggeri. Una carrozza ferroviaria, attrezzata in tutto o in parte per il trasporto della posta o dei bagagli dei passeggeri, è anche chiamata carrozza ferroviaria, o più specificamente vagone postale o bagagli. A volte la parola bak è usata per indicare una carrozza, in particolare per indicare il numero di carrozze in un convoglio. Formalmente, una chiatta è una carrozza o una locomotiva senza ruote e carrelli. Un carro o carro merci è destinato esclusivamente al trasporto di merci. Un carro è sinonimo di carro. La parola è una parola in prestito dal francese e significa carrozza in quella lingua. Agli albori delle ferrovie nei Paesi Bassi, aveva ancora il significato di carrozza.

Usa

Le carrozze sono trainate o spinte da una locomotiva, o da un autoveicolo, una carrozza con propulsione propria. Nei Paesi Bassi, le carrozze sono utilizzate nelle apparecchiature di agglomerato a due piani. Questi treni sono indicati in gergo come DD-AR. Le auto sono utilizzate anche per alcuni treni intercity, ad esempio tra L'Aia ed Eindhoven, e sulla linea ad alta velocità da Amsterdam a Breda o ad Amsterdam – Bruxelles Sud). Anche i treni con carrozze collegano Amsterdam e la Germania.

Uso locomotiva

I treni costituiti da carrozze hanno lo svantaggio di essere difficili da cambiare in lunghezza e composizione. Fare teste, cambiare la direzione di un treno, richiede lavori di manovra o equipaggiamento ferroviario extra. Ci sono alternative per convertire un treno con carrozze:

Circola

La locomotiva viene scollegata e guida attraverso un altro binario nella parte posteriore del treno e lì viene ricollegata. Questa deviazione è chiamata deviazione. La deviazione richiede una traccia in più.

Auto di controllo

Da un lato del treno c'è una locomotiva e dall'altro lato una carrozza di controllo, che è una carrozza con cabina di guida. La locomotiva può essere azionata anche dalla cabina di comando tramite "cavi di comando". Ciò consente al treno di circolare in entrambe le direzioni senza dover modificare la composizione del treno. Questi treni sono chiamati treni push-pull. A volte un treno ha anche due vagoni di controllo. La locomotiva è posta al centro del treno. Ciò accade ad esempio in Svizzera.

Due locomotive

A volte una locomotiva è posizionata su entrambi i lati del treno. Questa a volte risulta essere una soluzione più economica rispetto alla costruzione di un piccolo numero di auto di controllo. Se le due locomotive sono collegate con cavi di comando, entrambe le locomotive possono fornire la trazione. Le locomotive circolano quindi nel circuito del treno. Ciò consente al treno di accelerare e frenare più velocemente.

Storia

La sovrastruttura delle carrozze ferroviarie più antiche era in legno, come era consuetudine per le carrozze nel XIX secolo. Un esempio delle carrozze di prima generazione sono le carrozze trainate dall'Arend, il primo treno olandese nel 1839. Una replica del treno costruito nel 1939 è in mostra al Museo Ferroviario dei Paesi Bassi: una carrozza di 3a classe n. 10 "carro", una carrozza di 2a classe n. 8 "char à bancs" e una carrozza di 1a classe n. 4 "diligenza". Queste carrozze non erano dotate di riscaldamento. Oltre alle carrozze con posti a sedere, furono costruite anche carrozze con scompartimenti letto e vagoni buffet e ristoranti. C'erano anche vagoni bagagli speciali e vagoni postali. Inizialmente, le carrozze erano a due assi. Verso la fine dell'800 furono introdotte anche le carrozze a tre assi, che consentivano di ridurre il peso per asse e allungare le carrozze, aumentando la capacità. Nel ventesimo secolo, sui carrelli apparvero carrozze a quattro assi, che consentivano una manovrabilità più fluida e confortevole e velocità più elevate. Dopo le carrozze in legno sono arrivate le carrozze in acciaio degli anni '20. questi erano s