Russia

Article

June 30, 2022

La Russia (russo: Россия, Rossiya), ufficialmente anche Federazione Russa (russo: Российская Федерация, Rossijskaja Federatsija), è un paese geograficamente situato in parte in Europa (Russia Europea) e in parte in Asia. Da un punto di vista politico, invece, è europeo, perché le parti più importanti (compresa la capitale) si trovano nella parte europea e oltre il 70% della popolazione vive nella parte europea. Mosca è la città più grande, capitale e cuore economico della Russia. Qui è dove siede il governo. Con una superficie di 17.098.246 km², la Russia è il paese più grande del mondo, quasi il doppio del paese successivo, il Canada. La Russia è il nono paese più grande del mondo in termini di popolazione. La Russia condivide i suoi confini con i seguenti quattordici paesi (in senso antiorario da nord-ovest a sud-est): Norvegia, Finlandia, Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia, Bielorussia, Ucraina, Georgia, Azerbaigian, Kazakistan, Cina, Mongolia e Corea del Nord. Inoltre, è separato dagli Stati Uniti (Alaska) e dal Giappone da uno stretto stretto. Kaliningrad Oblast è un'exclave racchiusa tra Polonia e Lituania. Il paese è stato il cuore dell'Unione Sovietica dal 1917 al 1991 come Repubblica Socialista Federativa Sovietica Russa (RSFSR). La Russia è un paese indipendente e membro influente della Comunità degli Stati Indipendenti (CIS). Negli affari diplomatici, la Russia è vista come lo stato successore dell'Unione Sovietica. La Russia aveva 146.270.330 abitanti il ​​1 gennaio 2015, secondo i dati del governo russo. Questo numero include gli abitanti della Crimea contesa. Escludendo questa regione, la popolazione era di 143.975.923.

Storia

Dati demografici

Popolazione

La Russia ha una grande popolazione, ma una bassa densità di popolazione. Nel XX secolo, la popolazione russa è cresciuta in modo relativamente lento, da 70 milioni nel 1900 a "solo" il doppio di oggi. La popolazione della Federazione Russa è stimata dalla CIA a 141.722.205 (2020) (vedi Elenco dei paesi per popolazione), rispetto ai quasi 149 milioni nel 1991, quando l'Unione Sovietica è crollata. Il calo demografico è stato da un lato mitigato dall'immigrazione di etnia russa dalle altre ex repubbliche sovietiche, ma dall'altro esacerbato dall'emigrazione in Europa e negli Stati Uniti in particolare. Il paese ha un grande surplus femminile. Il 1° gennaio 2012 nel Paese c'erano 10 milioni di donne in più rispetto agli uomini. Ci sono grandi differenze tra il numero di uomini e donne, soprattutto di età superiore ai 55 anni. La maggior parte della popolazione vive nella Russia europea, nella regione degli Urali e nella Siberia sudoccidentale. L'Estremo Oriente russo e la maggior parte della Russia settentrionale sono relativamente scarsamente popolati. Le regioni in più rapida crescita in termini di popolazione sono Mosca (per migrazione) e dintorni e la Repubblica islamica del Daghestan (per crescita naturale). Più di tre quarti della popolazione della Russia vive in città. L'urbanizzazione della Russia è in aumento e Mosca è particolarmente popolare. Nel 2010 circa il 13% della popolazione viveva a Mosca o nella regione circostante. Il trasferimento in città fa sì che sempre più villaggi nelle campagne si stiano svuotando. Ad esempio, tra il 2002 e il 2010, il numero di villaggi senza popolazione è aumentato da 13.000 a 19.000. Dal crollo dell'Unione Sovietica, la popolazione è in calo a causa del deterioramento delle condizioni di vita. La fertilità è diminuita, mentre la mortalità, soprattutto tra gli uomini, è aumentata enormemente a causa del deterioramento delle condizioni di lavoro e dell'alcolismo. Il governo sta cercando di ridurre il consumo di alcol e uno stile di vita più sano. La politica ha avuto un discreto successo, tra il 2011 e il 2016 il consumo medio di alcol tra le persone di età superiore ai 15 anni è sceso da 15,8 litri di alcol puro pro capite a 11,7 litri. Gli uomini bevono ancora più del triplo delle donne. In parte a causa di questo, c'è un grande