Governo sotto Luigi Napoleone

Article

June 30, 2022

Dopo l'unico governo del Gran Pensionato Rutger Jan Schimmelpenninck, di cui Napoleone non era soddisfatto, nel 1806 nominò suo fratello Lodewijk re del Regno d'Olanda appena costituito. Durante questo regno viene introdotto il titolo di "ministro". Quei ministri erano servi del re e rispondevano solo a lui. Sono nominati e revocati da lui. C'è anche un organo consultivo, il Consiglio di Stato, e un parlamento, l'organo legislativo. Quel parlamento di 39 membri si riunisce solo una volta all'anno e ha poteri limitati. Lodewijk Napoleon è molto impegnato nella causa olandese; molto più di quanto suo fratello l'imperatore ritenga desiderabile. Il re cerca persino di imparare l'olandese. Mostra anche compassione in caso di disastri e cerca di promuovere le arti e le scienze. Tutto questo alla fine non è di gradimento dell'imperatore, che costringe il fratello a dimettersi. Il 1 luglio 1810 Luigi Napoleone abdicò in favore del figlio e il 9 luglio 1810, con il decreto di Rambouillet, l'Olanda fu annessa alla Francia. Un governatore francese, Charles François Lebrun, duca di Plaisance, sarà nominato a nome dell'imperatore Napoleone, che sarà incaricato di tre intendenti. Uno di questi intendenti è l'ex ministro Gogel. L'Olanda fece parte del Primo Impero francese fino al novembre 1813.

Dettagli

Il re Lodewijk Napoleone risiedette successivamente a L'Aia, Apeldoorn, Utrecht, Amsterdam (nel Palazzo sulla diga) e ad Haarlem. Nel novembre 1806 fu introdotto il Sistema Continentale, che vietava il commercio con la Gran Bretagna. Lodewijk Napoleon mostrò la sua simpatia per la popolazione colpita nel 1807 con l'esplosione della nave della polvere da sparo a Leida e nel 1808 e 1809 con l'allagamento dei principali fiumi. Nel 1808, la provincia della Frisia orientale viene aggiunta al regno, portando altri tre membri al corpo legislativo. Il 31 marzo 1810, Zelanda, Brabante e parte del Gheldria furono ceduti alla Francia, dopodiché il numero dei membri del parlamento fu ridotto di sei. Nel 1808 fu fondato ad Amsterdam il Royal Institute of Sciences, Letters and Fine Arts. Una Biblioteca Reale sarà costruita a L'Aia. Nell'agosto/dicembre 1809 avviene un'invasione britannica di Walcheren, che viene però distrutta da francesi e olandesi.

Ministri

segretario di Stato Willem Frederik barone Röell (Orangista) dal 30 giugno 1806 all'8 gennaio 1808 Il Ministro degli Affari Esteri Maarten barone van der Goes van Dirxland (patriota) dal 19 giugno 1806 all'8 gennaio 1808 Willem Frederik barone Röell (Orangista) dall'8 gennaio 1808 al 15 luglio 1810 Paulus van der Heim (patriota) ai dal 20 giugno 1810 al 15 luglio 1810 (a causa del ministro dei viaggi esteri Röell) Ministro dell'Interno Isaäc Jan Alexander Gogel (patriota) a.i. dal 19 giugno 1806 al 4 luglio 1806 Johan Hendrik barone Mollerus (orangista) dal 4 luglio 1806 al 17 maggio 1808 Frédéric Auguste van Leyden van Westbarendrecht (patriota) dal 17 maggio 1808 all'8 dicembre 1808 Adriaan Pieter Twent van Raaphorst (patriota) dall'8 dicembre 1808 al 1 gennaio 1809 Adriaan Pieter Twent van Raaphorst (patriota) dal 1 gennaio 1809 al 27 maggio 1809 Ministro degli Affari Religiosi Johan Hendrik barone Mollerus (orangista) dal 17 maggio 1808 al 27 maggio 1809 Ministro della Religione e dell'Interno Godert Alexander Gerard Philip barone van der Capellen (orangista) dal 27 maggio 1809 al 1 gennaio 1811 Ministro della giustizia e della polizia Johan Frederik Rudolph van Hooff (patriota) dal 29 luglio 1806 al 22 maggio 1807 Maarten barone van der Goes van Dirxland (patriota) dall'8 maggio 1807 al 22 maggio 1807 (a causa della malattia di Van Hooff) Jacob Jan Cambier (patriota) ai dal 22 maggio 1807 al 20 novembre 1807 Jacob Jan Cambier (patriota) dal 20 novembre 1807 al 10 dicembre 1807 Cornelis Felix van Maanen (Felix) (Unitario) dal 10 dicembre 1807 all'11 aprile 1809 Jean Henry Appelius (pa