Dominio pubblico

Article

August 13, 2022

Il dominio pubblico è un nome comune per lo stato di opere, come testi, immagini, registrazioni audio e software, a cui sono scaduti o non si applicano i diritti d'autore e i diritti correlati, inclusi i diritti connessi e i diritti sui database. La legge sul diritto d'autore stabilisce che un'opera non può essere modificata o ripubblicata da altri senza l'espresso consenso dell'assegnatario. La maggior parte delle opere creative sono automaticamente soggette a copyright, anche se l'autore non lo rivendica esplicitamente. Tali opere diventano di pubblico dominio quando i loro diritti d'autore scadono. Solo perché un'opera è priva di copyright non significa che le opere basate su quell'opera lo siano. Ad esempio, una traduzione, o un'edizione riscritta, o un'edizione di spartiti appena modificata, è considerata un'opera a sé stante, con i propri diritti d'autore. Rivendicare i diritti d'autore per lavorare che è di pubblico dominio è chiamato copy fraud.

Dominio pubblico automatico

Il diritto d'autore e i diritti connessi scadono sempre il 1° gennaio successivo alla durata del diritto. Questo giorno è noto come giorno di pubblico dominio. In Europa, la durata del diritto d'autore dipende dalla conoscenza del creatore. Se si conosce il fabbricante, la durata del diritto è di 70 anni dalla morte del fabbricante. Se il creatore è sconosciuto – se il produttore non è stato identificato o solo un'istituzione, azienda o organizzazione è stata identificata come produttore – allora la durata del diritto d'autore è di 70 anni dopo la pubblicazione legale dell'opera. In precedenza, questo periodo era più breve. In altri paesi possono essere applicati termini diversi, di solito tra 50 e 70 anni dopo la morte del produttore. La Convenzione di Berna del 1886, a cui partecipano 160 paesi, regola un periodo di almeno 50 anni dalla morte del produttore. Il Belgio è stato tra i firmatari originari di questa Convenzione; I Paesi Bassi si unirono nel 1912. Le istituzioni del patrimonio che pubblicano opere cadute nel pubblico dominio utilizzano spesso il marchio di pubblico dominio Creative Commons. Con questo indicano ai loro visitatori che l'oggetto può essere utilizzato senza restrizioni.

Pubblico dominio esplicito

Alcuni autori pubblicano opere con l'esplicita esclusione di responsabilità del diritto d'autore e dei diritti connessi. Con la presente rinunciano a questi diritti nella misura del possibile. Non è chiaro se ciò sia legalmente possibile all'interno dell'Unione europea. Per renderlo possibile, viene utilizzata una dichiarazione di dominio pubblico (CC0) di Creative Commons.

Pubblico dominio nella legislazione e nei regolamenti

Unione Europea

La Direttiva europea sul diritto d'autore e sui diritti connessi nel mercato unico digitale (Direttiva CDSM) stabilisce che nessun nuovo diritto d'autore deriva dalla digitalizzazione di opere di pubblico dominio, a meno che l'atto di riproduzione non crei materiale originale nel senso che è il proprio intellettuale creazione dell'autore è.

Paesi Bassi

Il legislatore olandese non ha convertito l'articolo 14 della Direttiva CDSM europea come sopra descritto in un articolo di legge. Il legislatore sostiene che "l'articolo 14 [..] è pienamente in linea con la normativa applicabile e pertanto non necessita di recepimento". Nei Paesi Bassi, quindi, la riproduzione di un'opera di pubblico dominio non implica il diritto d'autore, a meno che la riproduzione non sia una creazione intellettuale dell'autore. Inoltre, l'articolo 11 del Copyright Act stabilisce che non vi è alcun diritto d'autore sui regolamenti e sulle decisioni del governo olandese: "Non vi è alcun diritto d'autore su leggi, decisioni e regolamenti emanati dalle autorità pubbliche, né su decisioni giudiziarie e decisioni amministrative".

Stati Uniti

Alcuni lavori sono già di pubblico dominio al momento della produzione, ad esempio tutte le pubblicazioni del governo federale degli Stati Uniti come il World Factbook della CIA. Inoltre, fino al 1989 era nel