Propaganda (comunicazione)

Article

August 13, 2022

La propaganda è una forma di comunicazione in cui la parte interessata cerca di conquistare sostenitori per le sue idee. Si tenta di manipolare l'opinione pubblica diffondendo deliberatamente informazioni unilaterali e/o inventate. La parola propaganda ha origine nel latino propagare che significa moltiplicare o riprodurre. In questo contesto e forma (gerundivum) può essere tradotto come "ciò che deve essere moltiplicato". "Propaganda" è documentato per la prima volta nella "Congregatio de propaganda fide", l'organizzazione ecclesiastica (istituita nel 1622 dal Papa) per la diffusione della la fede. Dal diciannovesimo secolo, la parola è stata usata anche al di fuori di un contesto religioso.

Suono negativo

Il concetto di propaganda ha acquisito una connotazione negativa nel XX secolo, soprattutto durante la seconda guerra mondiale, a causa della fornitura da parte di un sistema politico di informazioni unilaterali, incomplete, occultanti o addirittura false al fine di manipolare l'opinione pubblica. La propaganda nazista ha svolto un ruolo importante nella Germania nazista. Joseph Goebbels, ministro della Pubblica Informazione e della Propaganda (a volte abbreviato in Propami) del Terzo Reich, contribuì a mantenere il morale della popolazione civile tedesca, che dovette affrontare i bombardamenti, il deterioramento delle condizioni di vita e, con il progredire della guerra, le notizie dal fronte peggiorarono . Le campagne di propaganda sulla scala della Germania nazista, ma anche, per esempio, l'Unione Sovietica sotto Joseph Stalin, la Corea del Nord e l'Iraq sotto Saddam Hussein, sono anche chiamate indottrinamento. Si verificano principalmente - e possono persistere senza correzione - nelle dittature senza libertà di espressione. Caratteristico è il forte interesse del mittente, che cerca di realizzare i propri desideri senza tener conto degli interessi del destinatario. Può verificarsi coercizione, per cui la libertà di scelta del destinatario può essere (fortemente) limitata. La propaganda e la pubblicità hanno molto in comune. La pubblicità utilizza anche argomenti occulti e spesso falsi per diffondere un messaggio. La differenza è che la pubblicità viene utilizzata principalmente per scopi commerciali ed è spesso riconoscibile come pubblicità mentre la propaganda non è sempre riconoscibile come propaganda.

Luogo e ora

In tedesco si dice spesso: Standort macht Standpunkt che significa tanto quanto un'opinione è formata dal luogo in cui ci si trova. In altre parole, ciò che una persona pensa sia propaganda, per un'altra è semplicemente la verità. In situazioni di conflitto, spesso si vede che entrambe le parti si accusano a vicenda di propaganda e che entrambe hanno ragione. Nelle guerre contro Slobodan Milošević e Saddam Hussein, entrambi sono stati regolarmente descritti dai media occidentali come "peggiori di Adolf Hitler". In Serbia e Iraq questo è stato liquidato come propaganda, mentre in Occidente c'era l'impressione di avere a che fare con figure terribili che avrebbero minacciato la pace mondiale. I media in Serbia e Iraq non furono presi sul serio all'epoca, poiché si trattava di "solo propaganda di stato, dopotutto".

Tecniche di propaganda

Victor Klemperer ha analizzato queste tecniche come si verificavano sotto i nazisti nel suo libro LTI – Notizbuch eines Phillogen. Da allora, tuttavia, sono apparse molte nuove forme: Onesto La forma più semplice di propaganda: un argomento onesto in cui è lasciato al pubblico il compito di prendere una decisione. Esempio: un sostenitore e un oppositore di un punto di vista politico usano argomenti onesti per cambiare le opinioni politiche dell'altro. Alla moda Ad esempio, i politici che migliorano il loro modo di parlare, cambiano il loro aspetto o si assicurano di essere visti in luoghi eleganti per aumentare il loro fascino. TricksTricks può aiutare a indebolire l'impatto di altre persone. Ad esempio, diffondere una voce. Esempio: nel 2002, il 58enne