Palazzo del Lussemburgo

Article

August 11, 2022

Il Palais du Luxembourg è un palazzo nel 6° arrondissement di Parigi. A sud si trovano i giardini dei Giardini del Lussemburgo. Il palazzo ospita il Senato francese.

Storia

Il palazzo fu commissionato da Maria de' Medici. Dopo la morte di Enrico IV nel 1610, la sua vedova Maria de' Medici non volle più vivere al Louvre. Maria decise di costruire un palazzo tutto suo che assomigliasse a Palazzo Pitti a Firenze, da cui proveniva e trascorse la sua infanzia. Nel 1612 Maria acquistò il palazzo del duca Francesco di Lussemburgo e diversi edifici intorno ad esso. Nel 1615 il suo architetto Salomon de Brosse rilevò la costruzione. Nel 1621, Peter Paul Rubens ricevette l'incarico di realizzare 24 grandi dipinti allegorici sul tema della vita della regina. Queste tele ora sono appese alla Galerie Médicis del Louvre. Maria si trasferì nel palazzo nel 1625, ma il suo soggiorno fu di breve durata poiché si oppose con veemenza alle politiche del cardinale Richelieu, che era di fatto capo del governo. I congiurati furono arrestati e Maria fu esiliata a Compiègne nel 1630. Si trasferì poi a Bruxelles e ad Amsterdam, e infine a Colonia dove morì nel 1642. Il palazzo riprese il nome di Lussemburgo e rimase proprietà della corona fino alla Rivoluzione francese. Nel settembre del 1715 il palazzo divenne la residenza della duchessa di Berry, Maria Luisa Elisabetta d'Orléans, la figlia maggiore del reggente Filippo d'Orléans (1674-1723). Questa giovane vedova conduceva una vita di banchetti e di piacere nel palazzo. Radunava amanti e le sue gravidanze, che non riusciva a nascondere del tutto, provocavano scandalo dopo scandalo. Alla fine di marzo 1719, la "fertile Bacca", messa incinta dal suo amante preferito, il luogotenente della sua guardia, stava per partorire di nuovo. A causa dell'eccesso di alcol e del piacere a cui la principessa si concedeva nonostante la gravidanza, questo parto fu molto difficile. Sull'orlo della morte, implorò la santa unzione, che la chiesa rifiutò a causa della sua vita malvagia. Il 2 aprile ha dato alla luce un bambino nato morto. Vergognandosi per lo scandalo di questa nascita, di cui si parlava in tutta Parigi, la principessa non si riprese dalla sua laboriosa nascita e morì in luglio al castello della Muette. Durante l'autopsia del suo cadavere, i medici hanno scoperto un nuovo feto. Durante la Rivoluzione, il palazzo fu utilizzato come prigione e nel 1790 i giardini furono estesi fino alla fine dell'Avenue de L'Observatoire. In definitiva, il palazzo divenne luogo di incontro di diverse assemblee parlamentari: il Direttorio, il Consolato, la Camera delle coppie e il Sénat. Jean-François Chalgrin ha cambiato radicalmente l'interno. Tra il 1836 e il 1841, Alphonse de Gisors ampliò il palazzo sul lato giardino aggiungendo una nuova facciata e due padiglioni laterali, tutti nello stile dell'edificio originale.

Esterno

Per dare al suo progetto del palazzo un carattere fiorentino, de Brosse utilizzò boschetti, colonne ad anello e capitelli toscani. Tuttavia, con l'edificio in posizione centrale, costruito intorno a un cortile porticato, e con il monumentale portale d'ingresso con copertura a cupola, ha mantenuto una tipica pianta alla francese. L'intero piano terra costruito simmetricamente ha un ordine dorico, conferendo all'edificio una robusta eleganza.

Interno

La biblioteca ha dipinti di Eugène Delacroix. Jacob Jordaens ha applicato una rappresentazione dei segni dello zodiaco sul soffitto dell'estensione. Il Salon du livre d'Or mostra le boiserie e i dipinti del XVII secolo che un tempo adornavano le stanze di Maria de' Medici. All'epoca di Luigi Filippo risalgono gli arredi della sala consiliare del senato, la hall of fame e la maggior parte dei saloni. Nel grande vano scala, disegnato dal Ch