PTT (Paesi Bassi)

Article

August 17, 2022

L'ufficio postale, la Compagnia statale dei servizi postali, della telegrafia e della telefonia (fino al 1928 denominata Compagnia statale del servizio postale e della telegrafia), era la compagnia statale olandese responsabile della posta, della telegrafia, della telefonia e inoltre della radiotelefonia, Radio Scheveningen , il servizio di radiodiffusione, il servizio di controllo radiofonico, il servizio di contributi alla radiodiffusione e le connessioni via cavo e radio per la radio e la televisione nei Paesi Bassi. Prima della sua trasformazione in impresa statale nel 1915, era un "servizio pubblico a carattere commerciale" sotto la responsabilità del Ministero della gestione delle acque, del commercio e dell'industria, l'Amministrazione postale e telegrafica (APT) istituita nel 1893.

Creazione

Il 15 gennaio 1799, la Repubblica Batava assunse la gestione della posta e nel 1807 il re Lodewijk Napoleone mise il servizio postale sotto la responsabilità del ministro delle finanze del Regno d'Olanda. Il Postal Act 1810 regolava il monopolio statale e le tariffe standardizzate e collocava il servizio postale sotto il Dipartimento delle finanze francese. Dopo il dominio francese, il principe sovrano Willem Frederik nominò nel 1813 un capo del servizio postale, che doveva solo riferire finanziariamente al Ministero delle finanze, ma dal 1819 il servizio postale passò nuovamente sotto la gestione diretta del ministero. Il Postal Act 1850 ha assicurato che l'interesse generale di una corretta gestione del traffico postale fosse l'obiettivo più importante dei servizi postali.Il Rijkstelegraaf è stato fondato nel 1852 per trasformare la proliferazione di linee telegrafiche costruite dal 1845 in una rete nazionale. Inizialmente fu amministrato dal Ministero dell'Interno, fino a quando nel 1870 passò al Ministero delle Finanze. Nel 1877 è stato istituito il Ministero della gestione delle acque, del commercio e dell'industria, che ha rilevato i servizi postali e il Rijkstelegraaf e li ha fusi in un unico dipartimento nel 1886. Nel 1893 è stata istituita l'Amministrazione delle poste e dei telegrafi, un'organizzazione indipendente sotto la responsabilità ultima del ministero. Questa trasformazione, da reparto dipartimentale ad organizzazione indipendente, era in realtà solo una formalità, poiché il servizio aveva iniziato a lavorare in maniera sempre più autonoma nel corso degli anni. La NBTM è stata la prima e all'epoca il più grande fornitore di telefonia nei Paesi Bassi e, in vista di questa eventuale acquisizione da parte della Rijkstelegraaf, l'unica società che aveva ricevuto dal governo il permesso di costruire collegamenti a lunga distanza. Il Telegraafen Telefoonwet del 1904 regolava la concessione di concessioni per la costruzione e l'esercizio delle reti telefoniche, e nel 1913 il governo iniziò a chiudere le reti telefoniche locali di NBTM e di altri provider.Nel 1915 il Companies Act 1912 divenne applicabile all'organizzazione , con la quale le è stata conferita la forma giuridica di società di proprietà dello Stato: l'Impresa statale delle poste e dei telegrafi. Fu solo nel 1928 che il nome fu cambiato in Staatsbedrijf der Posterijen, Telegraaf en Telefonie (PTT) per riflettere l'elemento "telefono".

Scissione e privatizzazione

Nella seconda guerra mondiale, gli occupanti tedeschi avevano reso indipendente il PTT, cosa che fu annullata immediatamente dopo la guerra. Fu solo negli anni '80 che le varie parti del PTT divennero società privatizzate. La Rijkspostspaarbank e la Postcheque- en Girodienst sono state le prime ad essere scorporate nel 1986 e privatizzate con il nome di Postbank. Questa si è fusa nel 1989 con la banca NMB per formare il gruppo NMB Postbank e nel 1991 con Nationale-Nederlanden, da cui è stato formato il gruppo ING. Nel 2009 Postbank e ING Bank hanno continuato insieme sotto il nome ING. Lo Stato ha privatizzato il PTT nel 1989, che successivamente ha continuato con la denominazione Royal sotto il nome di Koninklijke PTT Nederland NV (KPN), la cui campana