Nostro padre

Article

August 11, 2022

Il Padre Nostro o Paternoster è la preghiera cristiana più diffusa e risale al I secolo. La preghiera è rivolta a Dio. Il glossario della lingua olandese elenca "Padre nostro" come l'ortografia ufficiale, ma Onze Vader è più comune nelle tradizioni cattolica, ortodossa e protestante. È anche chiamata Preghiera del Signore o Preghiera Perfetta ed è una delle preghiere più famose nella Chiesa.

Origine

Secondo i Vangeli, Gesù Cristo stesso insegnò la preghiera del Signore ai suoi seguaci. Nella Bibbia, la preghiera si trova in Matteo 6:9-13 come parte del Discorso della Montagna e in Luca 11:2-4. La versione di Luca è più corta di quella di Matteo. Inoltre, la versione di Matteo nell'edizione scientifica del Nuovo Testamento (Nestle-Aland) è più breve di quella del Textus receptus, la forma di testo in uso prima dell'ascesa della moderna critica testuale. Nei manoscritti più recenti, la versione di Luca è stata ampliata utilizzando Matteo.

Carattere ebraico

La Preghiera del Signore presenta molte somiglianze con le antiche preghiere della tradizione ebraica. Il contenuto della preghiera è anche fortemente colorato da testi della Bibbia ebraica e dei Settanta. Il saluto è simile alle espressioni di Isaia 63:15-16 e 64:7, la prima preghiera alle espressioni di Isaia 29:23 ed Ezechiele 36:23, la seconda ad Abdia 1:21, la terza a 1 Samuele 3:18 e 1 Maccabei 3:60, il quarto su Proverbi 30:8, il quinto su Siracide 28:2 e il sesto su Salmo 17:30 (Settanta) e Salmo 26:2. La lode nei manoscritti più giovani si basa su 1 Cronache 29:11-13.

Testi

I più antichi testi del Padre nostro che ci sono pervenuti sono in greco koinè. Nell'area della lingua olandese sono comuni diverse traduzioni per ogni movimento religioso, ad esempio ci sono varie traduzioni protestanti. Le viste di seguito si basano sulla versione più lunga di Matthew.

testo latino

Pater noster, qui es in caelis, Sanctificetur nomen tuum. Adveniat regnum tuum. Fiat volunta tua, Sicut in caelo et in terra. Panem nostrum quotidianum da nobis hodie, Et dimitte nobis debita nostra, Sicut et nos dimittimus debitoribus nostris. Et ne nos inducas in tentationem: Sed libera nos a malo. [Quia tuum est regnum, Et potestas, Et gloria in saecula.] Amen

traduzione cattolica romana

Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno, la tua volontà sarà fatta in terra come in cielo. Dacci oggi il nostro pane quotidiano e rimetti a noi i nostri debiti, come anche noi rimettiamo ai nostri debitori, e non tentarci, ma liberaci dal male. Amen.

Traduzioni fino al 2016

L'attuale traduzione della Preghiera del Signore è stata scritta nel 2014, eliminando le differenze che esistevano fino ad allora tra Belgio e Paesi Bassi. Questo testo è entrato in vigore dall'avvento del 2016, dal 27 novembre 2016. Fino ad allora, sono rimaste in uso le vecchie traduzioni belga e olandese. Le differenze con la traduzione utilizzata dal 27 novembre 2016 sono indicate in grassetto corsivo.

traduzione protestante

Traduzione secondo la Società Biblica Olandese Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome; venga il tuo Regno; sarà fatta la tua volontà, come in cielo come in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano; e rimetti a noi i nostri debiti, come anche noi rimettiamo ai nostri debitori; e non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal maligno. Poiché tuo è il regno e la potenza e la gloria all'eternità. Amen.

traduzione veterocattolica

Traduzione secondo il Libro della Chiesa vetero-cattolica: Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno, la tua volontà sarà fatta in terra come in cielo. Dacci oggi il nostro pane quotidiano, e rimetti a noi i nostri debiti, come anche noi rimettiamo ai nostri debitori, e non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. [Perché tuo è il re