Olimpiadi

Article

June 30, 2022

I Giochi Olimpici (OS) sono un evento sportivo internazionale. I primi Giochi Olimpici moderni si tennero nel 1896, ispirati all'antico evento greco con lo stesso nome. Dal 1924, ci sono state due versioni, i Giochi estivi e i Giochi invernali, ciascuno ogni quattro anni. Migliaia di atleti partecipano a una varietà di sport. A più di un anno e mezzo dai Giochi estivi, nel secondo anno solare successivo, si tengono sempre i Giochi invernali, quindi mancano poco meno di due anni e mezzo ai prossimi Giochi estivi. Fino al 1992, i Giochi estivi e invernali si sono svolti nello stesso anno. La filosofia dietro 'i Giochi' è propagata dal 'Movimento Olimpico'. Quel movimento include le federazioni sportive internazionali, i comitati olimpici nazionali e l'organizzatore dei Giochi. Il Comitato Olimpico Internazionale è responsabile della scelta della città ospitante e del programma olimpico. Durante una riunione del CIO, il luogo/organizzatore viene sempre scelto tra pochi candidati con sette anni di anticipo, in altre parole: nell'anno dopo i Giochi, l'organizzatore viene scelto per l'edizione successiva ai Giochi. L'organizzazione dei Giochi è responsabile del rispetto delle regole olimpiche, descritte nella Carta olimpica. Ci sono alcuni simboli e rituali associati all'organizzazione dei Giochi Olimpici, tra cui la bandiera olimpica e la fiamma olimpica.

Antichità

I Giochi Olimpici originali si sono svolti nell'antica città greca di Olimpia. Questa città era stata abitata fin dal X secolo a.C. un luogo di incontro religioso e politico. Verso la fine del II e l'inizio del I millennio a.C. gli Eliani vennero dal nord alla penisola greca che ora chiamiamo Peloponneso. Si stabilirono nelle vicinanze di Olimpia, che era allora sotto il dominio dei Pisani. Intorno al VI secolo a.C. tra loro scoppiarono i primi litigi. Ciò ha portato alla guerra. I nuovi immigrati probabilmente dedicarono il luogo al dio supremo Zeus e lo chiamarono Olimpia, in ricordo del monte Olimpo in Tessaglia. Tuttavia, i primi Giochi si tennero in onore di Pelope, dopo la sua vittoria nelle corse su Enomao, re di Pisati. Pelope era anche l'omonimo del Peloponneso. I seguenti Giochi si sono svolti in onore di Zeus. Dal 776 a.C. furono registrati i nomi dei vincitori; quest'anno è stato considerato l'inizio delle Olimpiadi ed è stato anche la base del calendario greco. Sebbene i Giochi fossero originariamente tenuti sul terreno di fronte al tempio, man mano che i Giochi crescevano, ne furono costruiti sempre di più per i Giochi. In definitiva, l'Olympia ospitò uno stadio che poteva ospitare 40.000 spettatori. I Giochi Olimpici, che qui si tenevano ogni quattro anni, erano uno dei quattro Giochi Panellenici (feste pubbliche per tutti i Greci delle Poleis che quindi adoravano anche gli dei). Lo scopo di quelle Olimpiadi era quello di mostrare ai giovani le loro qualità fisiche e di promuovere il rapporto tra le varie città greche. Solo gli uomini greci potevano partecipare ai Giochi, nessuna donna. A poco a poco, i romani presero il sopravvento in Grecia e i Giochi furono considerati meno importanti. Quando il cristianesimo divenne la religione ufficiale dei romani, i Giochi furono visti come una festa pagana. L'imperatore romano Teodosio I infine bandì i Giochi nel 393.

Templi ed edifici

Olimpia, ai piedi della boscosa collina di Kronos e delimitata dai fiumi Alfeios e Kladeios, era un santuario, il più antico e importante dell'antichità. Nel VII secolo aC si trovavano ancora ad Olimpia le tombe di Pelope e Ippodamia. C'era anche una colonna rimasta dal palazzo di Enomao, che almeno secondo la mitologia era stata distrutta da un fulmine del dio supremo Zeus. Gradualmente è aumentato un n