New York City

Article

August 13, 2022

New York è la città più grande degli Stati Uniti d'America. Il suo ruolo di primo piano e influente nel commercio, finanza, media, pubbliche relazioni, arte, moda e istruzione la rende una delle città più importanti del mondo. La città è anche chiamata New York City o NYC per distinguerla dallo stato di New York in cui si trova. New York non è la capitale di quello stato, cioè Albany. L'area metropolitana di New York è una delle più grandi aree metropolitane del mondo. La città è la grande città più popolosa degli Stati Uniti con circa 8,5 milioni di abitanti distribuiti su un'area di 789,43 km². La città di New York è composta da cinque distretti: The Bronx, Brooklyn, Manhattan, Queens e Staten Island. Molti dei punti di riferimento e dei quartieri della città sono famosi in tutto il mondo e spesso simboleggiano gli Stati Uniti in generale. Ci sono la Statua della Libertà, Wall Street, grattacieli come l'Empire State Building e il Chrysler Building, il vecchio World Trade Center, distrutto dai terroristi nel 2001, con le Twin Towers e il suo successore, il One World Trade Center, che ha aperto nel 2014. Il trambusto e la vivacità danno alla città il soprannome di La città che non dorme mai ("la città che non dorme mai"). Un altro soprannome popolare è la Grande Mela.

Storia

Tempo coloniale

Il fiume Hudson inferiore, dove si trova New York, era abitato da circa 5.000 indiani Lenape quando fu scoperto da Giovanni da Verrazzano nel 1524. Da Verrazzano, che navigò al servizio della corona francese, chiamò la zona "Nouvelle Angoulême". Presumibilmente non ha navigato oltre lo stretto The Narrows, dove ora c'è un ponte che porta il suo nome. Con il viaggio di Henry Hudson, un inglese al servizio della VOC olandese, l'area è stata effettivamente mappata. Hudson scoprì Manhattan l'11 settembre 1609 e portò la corrente che ora porta il suo nome, l'Hudson, fino all'odierna Albany. Hudson scoprì presto che il commercio di pellicce verso l'Europa era una redditizia fonte di reddito. Hudson guidò le navi mercantili olandesi nell'area mesi dopo. Il commercio tra i Paesi Bassi e gli indigeni fiorì ma non portò a insediamenti permanenti.Nel 1624, un gruppo di famiglie protestanti vallone fondò un primo insediamento a Manhattan e lo chiamò "Neuf-Avesnes" (Nieuw-Avenne). Seguirono vicini e famiglie di origine tedesca, olandese e britannica. La zona si chiamava New Netherland, in latino all'epoca: Nova Belgica o Novum Belgium. Nel maggio 1626, Peter Minuit fu nominato primo governatore della colonia. L'insediamento è stato successivamente dato il nome di New Amsterdam. Nel 1626 Minuit comprò Manhattan dagli indiani per bigiotteria del valore di 60 fiorini, ora circa 700 euro o mille dollari. Nel periodo che precedette la seconda guerra anglo-olandese nel 1664, New Amsterdam fu conquistata dagli inglesi, che chiamarono l'insediamento New York in onore del Duca di York. Nel 1673, i Paesi Bassi lo possedettero di nuovo per breve tempo. Dopo che il nome fu cambiato in "New Orange", divenne definitivamente britannico alla Pace di Westminster nel 1674. In cambio, gli inglesi rinunciarono definitivamente al Suriname con questo trattato. Sotto il dominio britannico, la stazione commerciale crebbe di importanza. La Columbia University è stata fondata nel 1754 sotto la direzione di Giorgio II di Gran Bretagna, durante la guerra d'indipendenza americana si svolsero battaglie intorno alla città. Divennero noti come la campagna di New York. Dopo la battaglia di Fort Washington nell'Upper Manhattan nel 1776, la città divenne una base militare e politica britannica fino alla fine della guerra nel 1783.

18° e 19° secolo

Cinque anni dopo la fine della guerra rivoluzionaria nel 1788, New York divenne la capitale degli Stati Uniti. George Washington fu proclamato primo presidente nella Federal Hall nel 1789. Quell'edificio ospitò anche la prima riunione del Congresso degli Stati Uniti e nello stesso anno approvò il Bill of Rights