Napoleone Bonaparte

Article

June 29, 2022

Napoleone Bonaparte (Ajaccio, 15 agosto 1769 – Sant'Elena, 5 maggio 1821) è stato un generale e dittatore francese durante gli ultimi regni della Rivoluzione francese. Come Napoleone I, fu imperatore dei francesi dal 2 dicembre 1804 all'11 aprile 1814. Dal 17 marzo 1805 all'11 aprile 1814 fu anche Re d'Italia (stato che non comprendeva l'intera penisola italiana) e dal 1806 al 1813 protettore della Confederazione del Reno. La sua riforma legale, il Code Napoléon, ha avuto un'influenza importante e duratura sulla legge in molti paesi, tra cui Paesi Bassi e Belgio. È ricordato anche per il suo ruolo nelle guerre napoleoniche da lui provocate e per il titolo di imperatore che assunse. Riuscì temporaneamente a portare gran parte dell'Europa sotto la sua autorità. Napoleone è nato in Corsica. Suo padre era di nobili origini genovesi. Negli anni prima della Rivoluzione francese fu addestrato come ufficiale di artiglieria nella Francia continentale. Bonaparte è salito alla ribalta sotto la Prima Repubblica francese. Riuscì a battere la prima e la seconda coalizione contro la Francia. Nel 1799 organizzò un colpo di stato, dopo il quale si insediò come primo console. Nel 1804 si fece proclamare imperatore di Francia. Dopo una serie di vittorie, la Francia riuscì a dominare l'Europa continentale. Nel mantenere la sfera di influenza francese, Napoleone fece uso di alleanze, dove nominò parenti in posizioni di potere in altri paesi per governare come vassalli francesi lì, come Luigi Napoleone nel regno d'Olanda. La campagna di Napoleone in Russia nel 1812 fu un punto di svolta. La sua Grande Armée fu decimata e nel 1813 la sesta coalizione sconfisse Napoleone nella battaglia di Lipsia. Nel 1814, la Coalizione invase la Francia e fu costretta ad abdicare ed esiliata nell'isola d'Elba. Nel febbraio 1815 tornò in Francia e riprese il potere per Cento giorni (1815), ma nella battaglia di Waterloo subì una grave sconfitta. Ora è stato deportato a Sant'Elena. Secondo l'autopsia, è morto di cancro allo stomaco.

Biografia

Primi anni

Napoleone nacque come Napoleone di Buonaparte. Era il secondo figlio di Maria Laetitia Ramolino e Carlo Maria Buonaparte, che era un avvocato. La famiglia Buonaparte non era ricca e di origine italiana genovese. Napoleone è cresciuto in Corsica. L'influenza dominante durante la sua infanzia fu sua madre Laetitia, che con la sua risoluta disciplina riuscì a tenere a bada il ragazzo turbolento. Ha giocato spesso al soldato a scuola e ha sempre preso l'iniziativa. Suo padre, amico del governatore francese, riuscì a procurargli una borsa di studio e all'età di nove anni Napoleone partì per la Francia. Ha frequentato prima un collegio di monaci ad Autun per imparare il francese - il suo nativo corso è un dialetto italiano - e poi è stato educato alla scuola militare di Brienne. Napoleone parlerà francese per tutta la vita con un forte accento corso. Non aveva talento per le lingue, conosceva poco il latino, ma era forte in matematica. Nel 1784 continuò i suoi studi all'École Militaire di Parigi. Napoleone vi sostituì presto un esame, passò e fu nominato sottotenente all'età di sedici anni. Si arruolò nel reggimento La Fère a Valence nel gennaio 1786, prima di essere trasferito ad Auxonne (vicino a Digione) nel giugno 1786. Per aiutare finanziariamente sua madre, portò con sé suo fratello Louis di undici anni e si prese cura della sua educazione. Napoleone mostrò interesse per la storia e la letteratura. Plutarco, Cesare, Corneille, Voltaire e il filosofo Rousseau furono i suoi autori preferiti. Ha letto più volte il romanzo Die Leiden des jungen Werthers di Johann Wolfgang von Goethe.

Generale della Rivoluzione Francese

Primi successi e ambizioni corse

Quando scoppiò la Rivoluzione francese nel 1789, vi si unì. lui doveva