Gabinetto Van Agt II

Article

August 17, 2022

Il gabinetto Van Agt II è stato il gabinetto olandese dall'11 settembre 1981 al 29 maggio 1982. Il gabinetto è stato formato dai partiti politici Christen-Democratisch Appèl (CDA), il Partito Laburista (PvdA) e i Democratici 66 (D'66 ). Il gabinetto Van Agt II ha avuto un mandato difficile a causa degli scarsi rapporti reciproci tra CDA e PvdA.

Gradiente

Il 16 ottobre 1981, appena un mese dopo il suo insediamento, il gabinetto rischiava di cadere a causa di una controversia tra ministri CDA e membri di gabinetto PvdA sulla politica finanziaria ed economica da perseguire durante la stesura della dichiarazione del governo. Il PvdA non era d'accordo con l'approccio alla lotta alla disoccupazione. Il primo ministro Dries van Agt si è quindi offerto di dimettersi dal gabinetto. Mai prima d'ora un gabinetto aveva rassegnato le dimissioni prima di presentarsi alla Camera dei Rappresentanti. Il 17 ottobre 1981, la regina Beatrice nominò i membri del PvdA Cees de Galan e Victor Halberstadt come informatori nel tentativo di incollare insieme il gabinetto. Il 4 novembre 1981 la controversia fu risolta e il gabinetto rimase in carica. La crisi si è rivelata un presagio per questa coalizione e successivamente ha portato alla caduta del gabinetto il 12 maggio 1982. Il gabinetto ha dovuto affrontare gravi problemi finanziari ed economici, il che significava che il gabinetto non riusciva a governare. Il gabinetto sperava di creare nuove opportunità di lavoro attraverso un piano di lavoro del vice primo ministro e ministro degli affari sociali e dell'occupazione Joop den Uyl. L'aggiunta "Occupazione" presso il Ministero degli Affari Sociali sottolinea questo ruolo centrale in una politica attiva dell'occupazione. Tuttavia, a causa delle continue nuove battute d'arresto di bilancio, il finanziamento ha incontrato gravi problemi. Inoltre, l'organizzazione dei datori di lavoro era riluttante a collaborare e non è facile creare molti posti di lavoro nel settore pubblico. La disoccupazione è salita a oltre 600.000 all'inizio del 1982. All'inizio del 1982 furono lanciate proposte per l'austerità della legge sulle prestazioni di malattia. Il beneficio extra-legale (che datori di lavoro e dipendenti si accordano attraverso il contratto collettivo di lavoro) doveva essere abolito. Questi piani del vice primo ministro e ministro degli Affari sociali e dell'occupazione Joop den Uyl e del segretario di Stato per gli affari sociali e l'occupazione Ien Dales sono stati ampiamente contrastati dai sindacati. Il Consiglio Sociale ed Economico (SER) ha emesso un parere negativo. Nella primavera del 1982, il ministro delle finanze Fons van der Stee ha annunciato che sono necessari ulteriori tagli di circa 4,5 miliardi di fiorini per rimettere in ordine le finanze del governo.

Funzionari

Formazione del gabinetto

Elezioni parlamentari 1981: 26 maggio 1981 Gabinetto prestato giuramento: 11 settembre 1981 Durata della formazione: 107 giorni Informatori dottor J. (gennaio) de Koning (CDA), (30 maggio 1981 - 3 agosto 1981) 66 giorni Dott.ssa R.F.M. (Ruud) Lubbers (CDA), (30 maggio 1981 - 3 agosto 1981) 66 giorni dottor E. (a cura di) van Thijn (PvdA), (10 luglio 1981 - 3 agosto 1981) 25 giorni Formatori Dr J. (Sjeng) Kremers (CDA), (4 agosto 1981-19 agosto 1981) 16 giorni dottor E. (a cura di) van Thijn (PvdA), (4 agosto 1981-19 agosto 1981) 16 giorni Informatore il sig. W.F. (Gaius) de Gaay Fortman (CDA), (20 agosto 1981 - 1 settembre 1981) 13 giorni formatore il signor A.A.M. (Dries) van Agt (CDA), (2 settembre 1981 - 10 settembre 1981) 8 giorni

Motivo della richiesta di licenziamento

Le differenze politiche e di carattere tra il primo ministro Dries van Agt (CDA) e il vice primo ministro Joop den Uyl (PvdA) erano così grandi da portare a varie collisioni. Il 12 maggio 1982 il gabinetto Van Agt II terminò. I ministri del PvdA non erano d'accordo con la politica finanziaria ed economica, più in particolare con il finanziamento della politica dell'occupazione. o