Joop Zoetemelk

Article

August 14, 2022

Hendrik Gerardus Joseph (Joop) Zoetemelk (L'Aia, 3 dicembre 1946) è un ex ciclista olandese, considerato uno dei migliori ciclisti olandesi di sempre. Ha vinto il Giro di Spagna nel 1979, il Tour de France nel 1980 ed è diventato campione del mondo nel 1985 all'età di 38 anni. Zoetemelk vive da decenni in Francia, dove possiede un hotel ristorante e una foresta.

Biografia

Prima di diventare un ciclista professionista nel 1970, Zoetemelk ha ottenuto alcune importanti vittorie da dilettante: l'oro alle Olimpiadi del 1968 come uno dei corridori della cronometro a squadre di 100 km e la vittoria assoluta al Tour de l'Avenir (1969) . Nel 1971 ha vinto la classifica delle montagne alla Vuelta. Durante il Midi-Libre del 1974 ebbe un grave incidente. La sua carriera allora era temuta, ma nel 1975 tornò forte. È risultato positivo al doping sia al Tour de France 1977 che 1979. È stato condannato a tempo in entrambi i casi. È risultato nuovamente positivo al Tour de France 1983. Zoetemelk ha impugnato quest'ultima decisione in tribunale. Il processo è durato diversi anni e si è scoperto che l'indagine sul doping non era conclusiva e che nessun colpevole poteva essere identificato. Zoetemelk poi non detiene più il record per numero di partecipazioni (17), ma ha preso parte al Tour de France 16 volte e ogni volta ha concluso quello che all'epoca è un record. Di solito finiva tra i primi dieci: ottavo, quinto, quarto (3x), secondo (6x) e primo (1x) nel 1980. I sei secondi posti di Zoetemelk al Tour de France gli valsero il soprannome di "eterno secondo". Vinse anche la maglia bianca al Tour de France nel 1973, allora ancora legato alla classifica combinata. Dopo Jan Janssen (1968) è il secondo vincitore del Dutch Tour. Zoetemelk è emerso nel 1968/'69 quando Jan Janssen era considerato il miglior ciclista professionista olandese. Nel 1980 Zoetemelk aveva tutte le qualità di cui ha bisogno un vincitore del Tour: essere forte nelle prove a cronometro e nelle tappe di montagna, e una buona squadra (il team di Post). La sua occasione, però, è arrivata solo quando il grande favorito per la vittoria finale Bernard Hinault ha dovuto interrompere la lotta a causa di problemi al ginocchio. Zoetemelk ha poi vinto senza minacce. Nel 1982 è di nuovo secondo; nel 1983 sembrava che fosse sulla buona strada per un'altra vittoria quando un test antidoping positivo lo mise KO mentalmente. In seguito è stato riabilitato. Durante il galà in occasione del 75° anniversario della KNWU nel 2003, Zoetemelk è stato votato il miglior pilota olandese di tutti i tempi. Il 31 maggio 2005 ha inaugurato una statua in onore dei suoi successi ciclistici a Rijpwetering, il luogo in cui è cresciuto. Sua moglie Françoise Duchaussoy è morta nel 2008. Il 29 novembre 2011 è stato presentato il libro "Joop Zoetemelk, an open book". Oltre alla sua vita in bicicletta, c'è anche molto da leggere sulla sua vita privata, compresi i suoi rapporti distorti con i suoceri. Quel giorno ricevette anche il Peter Post Career Award. Nel 2019 il libro “JOPIE! JOPIE! JOPIE!” a partire dal. Nel 2020 è stato pubblicato il libro Joop Zoetemelk Onzien e il documentario Joop! Finalmente di nuovo campione. Nel settembre dello stesso anno finì in ospedale con diverse ossa rotte quando fu investito da un'auto mentre era in bicicletta.Nella stagione invernale Joop Zoetemelk praticò lo sci di fondo, partecipando più volte al campionato olandese.

Vince

1968 Campione olimpico della cronometro a squadre della 100 km del 1969 Classifica finale Circuit des Mines 2b tappa Giro d'Austria 3a tappa Giro d'Austria 6a tappa Giro d'Austria Classifica finale Tour of the Future 1970 2b tappa Giro del Lussemburgo1971 Campionato nazionale olandese di corse su strada, élite 16a tappa Vuelta a España Classificazione montagne Vuelta a España Tappa 4b Giro del Lussemburgo1972 Polymultipliée1973 Otto di Chaam 2b tappa Dauphiné Liberé prologo Round v