baia di Hudson

Article

August 15, 2022

La Baia di Hudson (inglese: Baia di Hudson, francese: Baie d'Hudson) è un grande mare interno del Canada settentrionale con un'area di circa 1.200.000 km². È collegata all'Oceano Atlantico tramite lo stretto di Hudson. La Baia di Hudson è navigabile da luglio a novembre; in inverno questo non è possibile per le navi normali a causa del ghiaccio. Il porto principale è Churchill.

Storia

La Baia di Hudson fu scoperta da Henry Hudson nel 1610 ed esplorata negli anni successivi da altri esploratori alla ricerca del Passaggio a Nordovest. Durante il suo quarto viaggio in Nord America, Hudson si è fatto strada lungo la costa occidentale della Groenlandia e si è inoltrato nella baia, mappando gran parte della costa orientale. Rimase intrappolato nel ghiaccio durante l'inverno e l'equipaggio sopravvisse a terra all'estremità meridionale di James Bay. Se il ghiaccio si fosse sciolto in primavera, Hudson voleva esplorare il resto dell'area, ma l'equipaggio si ammutinò il 22 giugno 1611. Lasciarono Hudson e altri su una piccola barca. Da allora nessuno ha più notizie di Hudson, nonostante una ricerca successiva. Nel 1670 fu fondata la Compagnia della Baia di Hudson, che commerciava pellicce con gli indiani dalle rive della Baia di Hudson. La società possedeva un monopolio commerciale e diritti di proprietà nell'area della Baia di Hudson chiamata Rupert's Land. La Francia contestò questi diritti inviando diverse spedizioni militari nella regione, ma rinunciò alla sua pretesa nel Trattato di Utrecht (aprile 1713). Durante questo periodo, la Compagnia della Baia di Hudson costruì diversi forti e stazioni commerciali lungo la costa alla foce dei principali fiumi (come Fort Severn, York Factory e Prince of Wales Fort). Le posizioni strategiche erano basi per l'esplorazione nell'entroterra. Ancora più importante, stavano commerciando posti con i popoli nativi che venivano da loro con le pellicce della loro stagione di caccia. La HBC ha spedito le pellicce in Europa e ha continuato a utilizzare alcuni di questi posti fino al XX secolo. I diritti della società furono acquisiti il ​​9 aprile 1869 per un corrispettivo finanziario e assegnati al Canada Dominion. Rupertsland fu ceduto al Canada, un'area di circa 3.900.000 km², come parte dei Territori del Nordovest. A partire dal 1913, la baia è stata ampiamente mappata dalla CSS Acadia per conto del governo canadese. Ciò portò alla creazione di Churchill nel 1929 come porto d'altura per l'esportazione di grano, dopo tentativi falliti a Port Nelson. Il porto di Churchill è stato un importante collegamento marittimo per il commercio con l'Europa e la Russia fino alla sua chiusura nel 2016 da parte del proprietario OmniTRAX. Il porto e la Hudson Bay Railway sono stati poi venduti nel 2018 all'Arctic Gateway Group, un consorzio di First Nations, governi locali e investitori aziendali.

Clima

Il nord della baia ha un clima polare (Köppen: ET) ed è uno dei pochi luoghi al mondo in cui questo tipo di clima si trova a sud di 60° N. Il resto dell'area ha il clima subartico (Köppen: Dfc ). Questo perché nei mesi estivi centrali, le ondate di calore possono avanzare dal paese caldo e rendere il clima più mite, facendo sì che le temperature medie superino i 10°C o 50°F. All'estrema punta meridionale conosciuta come James Bay, si sviluppa un clima continentale umido con un'estate più lunga e generalmente più calda. (Köppen: Dfb). La temperatura media annuale in quasi tutta la baia è di circa 0°C o inferiore. Nell'estremo nord-est, le temperature invernali sono in media di -29°C. La temperatura media annuale per Churchill a 59° N è -6° C e Port Harrison a 58° N -7° C. In confronto, Arkhangelsk (64° N) nella Russia nordoccidentale ha una media di 2° mentre Stoccolma a 59° N ha una media annuale di 8°. La temperatura dell'acqua raggiunge picchi di 8-9°C sul lato ovest della baia a fine estate. La baia è in gran parte ghiacciata dalle h