Helvoirt

Article

August 17, 2022

Helvoirt (pronunciato: Helvoort) è un villaggio nella provincia olandese del Brabante settentrionale. Fa parte del comune di Vught. La popolazione era di 4.880 il 1 gennaio 2021. Dal 1 gennaio 2021 Helvoirt farà parte del comune di Vught, sciogliendo il comune di Haaren.

Toponomastica

Il nome Helvoirt deriva da "inferno", una zona selvaggia e paludosa, attraversata da un "guado" o un guado, una strada attraverso le paludi. Questo "inferno" è l'Helvoirts Broek con il suo fango, i giunchi e le piante di palude. Le prime ortografie sono: Hellevorth, Heilvoert, Hellevoirt e Helvoord.

Storia

La prima menzione di Helvoirt risale al 1192. Lord Giselbert van Tilburg, insieme a sua madre Alaysa, organizzò la costruzione di una cappella a Helvoirt. L'area doveva essere stata abitata in modo relativamente intensivo in quel momento. Nel XV secolo contava circa 600 persone, che aumentò a circa 700 nel XVI secolo. All'inizio dell'800 gli abitanti erano 1200, alla fine dei quali erano 1600. Nel 1957 si passarono i 3000 e nel 1974 i 4000. Nel 1997 il comune con 4741 abitanti fu sciolto. Durante l'Alto Medioevo Helvoirt apparteneva amministrativamente al quartiere Oisterwijk del Meierij di 's-Hertogenbosch. Il castello di Zwijnsbergen fu costruito come castello fortificato nel XV secolo come centro di una tenuta. Helvoirt fu emesso come signoria da Filippo II di Spagna nel 1560. Il primo signore fu Hendrik Bloeyman, che giocò un ruolo importante durante i disordini all'inizio della Guerra degli ottant'anni.

Monasteri

Diverse comunità monastiche sono esistite sul territorio di Helvoirt, come ad esempio: Lambertus Mission House, fondata intorno al 1920 sull'Udenhoutsweg dai Padri del Verbo Divino. Lasciarono l'edificio a metà degli anni '50 e trasferirono i loro seminari alla Mission House Sint-Willibrord a Deurne e alla Mission House Sint-Franciscus Xaverius a Teteringen. Poi vennero i Fratelli Ospedalieri di San Giovanni de Deo che cambiarono il nome in Misericordia e istituirono una casa di cura e un istituto di formazione per infermieri. Hanno lasciato l'edificio nel 1989. Successivamente è stato rilevato dalla Testimony of God's Love Foundation di Piet Derksen. Il nome è stato cambiato in Emmaus Reflection Center ed era destinato a gruppi che vengono per la riflessione cristiana. In tutto questo sono rimasti intatti gli edifici monastici e la cappella. Ritiro a casa Loyola, al 12 di Guldenberg in una zona boscosa a nord di Helvoirt e guidata dai gesuiti. L'hotel congressuale 'Guldenberg' si trova in questo complesso sin dagli anni '80.

Attrazioni

Municipio: l'ex municipio con un originale campanile in legno del 1792. Castello di Zwijnsbergen: un castello, chiamato anche 'Speelhuis', del 1428. Intorno al 1914 fu acquistato dal sindaco di 's-Hertogenbosch, Frans van Lanschot. È ancora di proprietà di questa famiglia. Chiesa protestante: la chiesa fu costruita nel XII secolo come cappella di legno. Nel XIII secolo la chiesa fu costruita in pietra. Nella chiesa c'è una Bibbia di stato del 1702 su un leggio di ottone, che il reverendo Van Gogh, il padre di Vincent van Gogh, donò alla chiesa quando lasciò Helvoirt nel 1875. Il paravento in legno di quercia fu venduto nel 1872 dallo stesso parroco al Rijksmuseum di Amsterdam. Chiesa cattolica di San Nicola: grande chiesa neogotica del 1901-1903 su progetto di Hubert van Groenendael. Jagtlust, un'ex tenuta di campagna su Torenstraat, del 1781, con l'Overtuin sull'altro lato della strada. Fu costruito da Reinier Henrick van Kuffeler, un ricco Amsterdammer che aveva sorelle che vivevano al castello di Maurick e al castello di Zwijnsbergen. L'esterno è stato costruito sulle fondamenta di una casa molto più antica, forse un cortile dell'Abbazia di Sint-Geertrui a Lovanio. Elenco dei monumenti nazionali a Helvoirt Elenco v