Fenomenologia della religione

Article

August 15, 2022

La fenomenologia della religione è l'applicazione del metodo fenomenologico negli studi religiosi e nell'antropologia. Il principio fondamentale della fenomenologia della religione è che non si giudica il fenomeno da descrivere. Il metodo fenomenologico non mira a spiegare i fenomeni. Questo è il lavoro della psicologia o talvolta della scienza. La massima principale della fenomenologia della religione è che tutti i fenomeni sono descritti da una prospettiva interna, come lo stesso credente ha descritto o descriverebbe, senza esprimere giudizi di valore nel processo. La fenomenologia della religione cerca quindi di descrivere la religione in tutte le sue sfaccettature il più ampiamente possibile, senza entrare in discussioni in linea di principio sulla validità di un particolare fenomeno religioso. Secondo il metodo fenomenologico, una certa fede è descritta da determinate categorie, come i rituali, i libri sacri, la mitologia e l'etica. In questo modo, i vari movimenti religiosi possono essere confrontati tra loro, senza discussioni sul contenuto della verità. Il vantaggio dell'approccio fenomenologico è che fornisce un quadro il più neutro possibile dello spettro religioso nella cultura umana. Lo svantaggio è che fornisce solo un'immagine parziale. Tuttavia, la fenomenologia della religione può benissimo essere integrata da visioni psicologiche e scientifiche, purché prive di giudizi di valore. Diverse divisioni sono utilizzate nella fenomenologia della religione. Un metodo comune è il seguente: La fede: la filosofia religiosa Esperienze religiose: il modo in cui viene vissuta la religione Storie sacre: miti, leggende, parabole ecc. Sacre Scritture: dogmi religiosi Rituali: gli atti religiosi Strutture Sociali: Tempo Sacro, Luogo, Persone e Oggetti Etica religiosa: aspetti morali Simboli sacri: simboli che articolano la connessione tra l'uomo e il sacro Tuttavia, lo studio fenomenologico è più che categorizzare i fenomeni religiosi. Alcuni fenomeni religiosi sono molto difficili da classificare. L'obiettivo finale è lo studio comparativo delle diverse religioni. In questo modo, alcuni ricercatori riconoscono alcuni principi di base che stanno alla base di quasi tutte le religioni e quindi postulano l'esistenza di una "religione primordiale". Questa teoria è sostenuta principalmente dai cosiddetti tradizionalisti, come Aldous Huxley e Mircea Eliade.

Fede

La fede come fenomeno è la raccolta di filosofie religiose. La fede differisce dalla conoscenza in quanto nella fede religiosa vi è spesso un riferimento a una categoria speciale della realtà, il trascendente. La fede può esprimersi nella credenza in divinità, fantasmi ed eroi leggendari, nel culto degli antenati e degli oggetti naturali. Sono incluse anche le diverse cosmologie delle religioni ei diversi percorsi spirituali. Religione abramitica - Agnosticismo - Animismo - Antroposofia - Astrologia - Ásatrú - Ateismo - Carisma - Chiliasmo - Deismo - Dualismo - Dinamismo - Feticismo - Fondamentalismo - Gnosticismo - Enoteismo - Umanesimo - Giansenismo - Copti - Buddismo Mahayana - Monofisismo - Manicheismo - Manicheismo - Misticismo - Nestorianesimo - Occultismo - Paganesimo o Paganesimo - Panteismo - Panenteismo - Paolici - Pietismo - Politeismo - Puritanesimo - Sangha -Sciamanesimo - Sufismo - Spiritismo - Sincretismo - Tantra - Teismo - Buddismo Theravada - Buddismo tibetano - Unitarismo - Totemismo - Universalismo - Yoga - Vedi anche : Elenco delle religioni Diversi aspetti della filosofia religiosa includono: Tre caratteristiche - Ottuplice Sentiero - Escatologia - Karma - Quattro Nobili Verità - Miracolo - Anima - Caduta - Pulce del Sole