Emanuele Macron

Article

June 29, 2022

Emmanuel Jean-Michel Frédéric Macron (Amiens, 21 dicembre 1977) è un politico francese. È Presidente della Francia dal 14 maggio 2017. È considerato social-liberale dalla maggior parte degli osservatori. Dal 26 agosto 2014 al 30 agosto 2016 è stato Ministro dell'Economia, dell'Industria e dell'Economia Digitale in un governo guidato dal Primo Ministro Manuel Valls (PS). Il 7 maggio 2017 ha vinto le elezioni presidenziali francesi, contro Marine Le Pen del Front National, con il 66,1% dei voti. Aveva 39 anni quando è entrato in carica, rendendolo il più giovane presidente francese di sempre. Il 24 aprile 2022 ha vinto le elezioni presidenziali con il 58,55% dei voti. L'avversario è stato ancora una volta Marine Le Pen. In virtù della sua posizione, Macron è anche co-principe di Andorra.

Biografia

I genitori di Macron erano entrambi medici ad Amiens. Sua nonna materna era preside di una scuola nei Pirenei e lei, secondo lei, gli dava una convinzione di sinistra. Fu educato in un collegio dei Gesuiti ad Amiens e al famoso Lycée Henri-IV di Parigi, dove era uno dei migliori studenti ogni anno. Fu battezzato cattolico e cresimato di propria iniziativa all'età di dodici anni. Ha superato l'esame di ammissione all'Institut des Sciences Politiques (noto come Sciences Po). Allo stesso tempo, ha studiato filosofia all'Università di Parigi-Nanterre. Ha conseguito una laurea magistrale in filosofia con la tesi La Représentation de l'histoire chez Machiavel e successivamente un Diplôme d'études approfondies (DEA) con una tesi su L'Intérêt général: lecture et principi de la philosophie du droit de Hegel. Nel 1999-2000 è diventato 'assistente editoriale' del filosofo Paul Ricoeur e ha fornito l'apparato scientifico (note a piè di pagina, bibliografia, ecc.) per il suo ultimo grande libro La mémoire, l'histoire, l'oubli. Ha superato due volte l'esame scritto di ammissione all'École Normale Supérieure di Parigi.Dopo la laurea in Sciences Po nel 2001, ha studiato dal 2002 al 2004 presso l'École nationale d'administration (ENA), il corso di alta formazione per alti funzionari. faceva parte della cosiddetta promozione (classe di laurea congiunta di studenti di un determinato campo di studio dell'istruzione superiore francese, che a volte prende il nome da una persona pubblica ispiratrice, in questo caso da) Leopold Sedar Senghor.

Politica

Inizio carriera

Diplomato all'ENA, inizia subito a lavorare presso l'Ispettorato delle Finanze, una delle parti più influenti dell'apparato statale francese. Ha scelto la sinistra politicamente. Inizialmente, era un sostenitore del socialista dissidente Jean-Pierre Chevènement, per il quale ha votato alle elezioni presidenziali del 2002. Nel 2006 è entrato a far parte del Parti Socialiste (ne è rimasto membro fino al 2009) e ha conosciuto l'allora leader del partito François Hollande. Nelle elezioni parlamentari del 2007, ha cercato di diventare un candidato socialista per un seggio nella sua regione natale, la Piccardia, ma non ha ricevuto alcun sostegno dal PS locale. Quella battuta d'arresto e l'elezione del candidato di destra Nicolas Sarkozy a presidente, secondo le sue stesse parole, lo hanno spinto a lasciare il servizio pubblico e ad entrare in affari. Nel 2007 è diventato vice reporter della "Commissione Attali", un gruppo di esperti istituito dal presidente Nicolas Sarkozy per formulare proposte per promuovere la crescita economica. Sebbene le proposte da lui sostenute fossero liberali, Macron rimase a sinistra. Ha rifiutato un'offerta per lavorare nel gabinetto del primo ministro François Fillon. Nel 2008 è entrato all'Ispettorato delle finanze (non avrebbe formalmente rassegnato le dimissioni dalla carica di dipendente pubblico fino al 2016) per lavorare per la banca d'affari francese Rothschild & Cie. Dopo alcuni anni è diventato socio e poi co-manager di