Prima guerra mondiale

Article

August 17, 2022

La prima guerra mondiale, chiamata anche prima guerra mondiale o grande guerra, fu una guerra mondiale iniziata in Europa il 28 luglio 1914 e durò fino all'11 novembre 1918. L'11 novembre rimase noto come il giorno dell'armistizio. Tutte le grandi potenze del mondo furono coinvolte in questa guerra e furono riunite in due alleanze contrastanti: gli Alleati (incentrati sulla Triplice Intesa di Regno Unito, Francia e Russia) e gli Imperi Centrali (originariamente incentrati sulla Triplice Alleanza di Germania , Austria-Ungheria e Italia). Queste alleanze si riorganizzarono (l'Italia disertò agli Alleati nel 1915) e si espanse quando più paesi si unirono alla guerra (la Romania si unì agli Alleati e l'Impero Ottomano e la Bulgaria si unirono agli Imperi Centrali). Alla fine si sono aggiunti più di 70 milioni di soldati, di cui 60 milioni di europei su una popolazione di 460 milioni. mobilitato in una delle più grandi guerre della storia. Più di 9 milioni di soldati furono uccisi, principalmente a causa dei grandi progressi tecnologici nella potenza di fuoco (fu la prima guerra in cui prevalsero risorse e tecnologie prodotte in fabbrica e rapidamente prodotte, come mitragliatrici, gas velenosi, cannoni e filo spinato, e in cui si diffusero carri armati e aerei) senza corrispondenti sviluppi della mobilità (la tattica utilizzata risaliva al XIX secolo e questa, secondo i polemologi, fu una delle cause dell'enorme numero di morti (oltre 16 milioni) e feriti (oltre 21 milioni di feriti).Un altro fattore importante che ha anche contribuito al massiccio sacrificio di vite umane è stata la possibilità per diversi anni consecutivi di richiamare costantemente lotti successivi di migliaia di giovani come coscritti, per portarli al fronte e per schierarli lì. noto per il fatto che a causa di tattiche obsolete, si potevano ottenere solo inutili successi sono segnalati, nonostante il sacrificio di un numero molto elevato di soldati. Ciò si manifestava nella cattura di piccoli pezzi di terra di nessuno, spesso distrutti, che dovevano poi essere più e più volte difesi o riconquistati con altrettanto massicci contrattacchi, la cosiddetta guerra di posizioni. È stato il sesto conflitto più mortale nella storia del mondo, che ha successivamente aperto la strada a riforme politiche e/o rivoluzioni nei paesi coinvolti. Si stima che il 4,3% della popolazione morì in Francia, il 2,1% nel Regno Unito, il 3,8% in Germania, il 14,5% nell'Impero ottomano, il 3,7% nella monarchia austro-ungarica, l'1,7% nell'Impero russo. il conflitto iniziò con l'invasione austro-ungarica della Serbia, seguita dall'attacco tedesco alla Francia attraverso il Belgio e il Lussemburgo e un attacco russo alla Germania. Dopo l'arresto dell'avanzata tedesca a Parigi, il fronte occidentale si stabilì in una battaglia statica di logoramento della guerra di trincea che cambiò poco fino al 1917. Ad est, l'esercito russo combatté con successo contro le forze austro-ungariche, ma fu respinto dal Tedeschi esercito. Ulteriori fronti furono aperti dopo che l'Impero ottomano entrò in guerra nel 1914, l'Italia e la Bulgaria nel 1915 e la Romania nel 1916. L'Impero russo cadde nella Rivoluzione russa del 1917 e la Russia uscì dalla guerra dopo la Rivoluzione d'Ottobre nello stesso anno. Dopo un'offensiva tedesca lungo il fronte occidentale nel 1918, le truppe americane entrarono nelle trincee e gli alleati respinsero gli eserciti tedeschi in una serie di offensive di successo. La Germania, che all'epoca aveva i suoi problemi con i rivoluzionari (la Rivoluzione di novembre), accettò un cessate il fuoco l'11 novembre 1918, che in seguito sarebbe stato conosciuto come il giorno dell'armistizio. La guerra finì come una vittoria per gli Alleati. Alla fine della guerra, quattro degli Imperialis