Berlino

Article

June 30, 2022

Berlino (tedesco: Berlino) è la capitale della Germania e, come città-stato, uno stato federale di quel paese. Con 3.644.826 abitanti (31 dicembre 2018), Berlino è anche la città più grande del paese. Inoltre, Berlino è la città più grande dell'Unione Europea. La città si trova nel nord-est della Germania, sul fiume Sprea. È racchiuso dallo stato del Brandeburgo, di cui non fa parte dal 1920. Nella sua storia, che risale al XIII secolo, Berlino è stata la capitale della Prussia (1701–1918), dell'Impero tedesco (1871–1918), della Repubblica di Weimar (1919–1933) e della Germania nazista (1933–1945). Dopo la seconda guerra mondiale, Berlino è stata una città divisa per più di quarant'anni, con la parte orientale che fungeva da capitale della DDR e la parte occidentale un'enclave de facto della Germania occidentale. Dopo la riunificazione tedesca nel 1990, Berlino è diventata la capitale della Repubblica federale di Germania e la sede del parlamento, della rappresentanza dello stato federale e del capo di stato. Berlino è una metropoli ed è considerata uno dei più grandi centri culturali, politici e scientifici d'Europa. La città è anche nota per la sua vita culturale altamente sviluppata (festival, vita notturna, musei, mostre d'arte, ecc.) e il suo stile di vita liberale, moderno Zeitgeist e costi relativamente bassi. Berlino è inoltre una delle città più verdi d'Europa: il 22% di Berlino è costituito da natura e parchi e il 6% da laghi, fiumi e canali.

Storia

Fondazione e sviluppo nel Medioevo

In origine, Berlino era composta da due città: Berlino e Cölln. Il nome Berlino potrebbe derivare dalla parola slava "berl", che significa palude. Coln deriva da Colonia. Potrebbe significare una colonia di Berlino, ma potrebbe essere un ricordo dei primi abitanti della loro città di origine, ovvero Colonia. Intorno al 1230 i conti Johan I e Otto III fondarono la città di Berlin-Cölln. Gli atti di fondazione non sono stati conservati. La prima volta che vengono citati è il 1251 per Berlino e il 1261 per Cölln. Nel 1307 le due comunità decisero di fondersi e nel 1400 i luoghi contavano complessivamente circa 8000 abitanti. Ci deve essere stata abitazione prima della fondazione della città. Sulla Petriplatz nel quartiere Mitte, nel 2008 sono stati ritrovati i resti di una trave di legno proveniente da una quercia che doveva essere stata abbattuta nel 1192. Entrambi i distretti della città hanno concluso un trattato nel 1307 per una cooperazione migliore e di più ampia portata, ma entrambe le parti hanno mantenuto un consiglio amministrativo separato. Una stretta collaborazione era una necessità assoluta nei tempi turbolenti che seguirono. La città era vista come un'unità e costituiva una forte roccaforte durante il periodo in cui i nuovi governanti della Baviera, tra gli altri, tenevano d'occhio Berlino-Cölln. I villaggi nel nord e nel sud della città furono acquistati e aggiunti alla città e Berlino-Cölln divenne la città anseatica. Dal 1319 ci fu una lunga e sanguinosa battaglia per l'area del Brandeburgo da parte di varie case reali. Nel 1411 la popolazione chiese aiuto all'imperatore del Sacro Romano Impero. Nel 1415 Federico di Hohenzollern fu nominato elettore del Brandeburgo dal re Sigismondo al Concilio di Costanza; questo segnò l'inizio dei 500 anni di governo della dinastia Hohenzollern.

Primo periodo moderno

La strada più famosa di Berlino è stata progettata già nel 1647. Per ottenere un migliore collegamento con il Tiergarten, dall'Hundebrücke è stato creato un viale con sei file di tigli e noci, Unter den Linden. Quando furono costruite le fortificazioni nel 1673, il viale fu spostato nella sua forma attuale. L'incoronazione dell'elettore Federico III a re Federico I di Prussia nel 1701 conferì a Berlino lo status di capitale della Prussia, ruolo che assunse dalla città di Königsberg. Alla fine del XIX secolo, la rapida crescita economica (grazie all'industrializzazione della Germania) ha portato ad un aumento della popolazione urbana