metropolitana di Amsterdam

Article

August 17, 2022

La metropolitana di Amsterdam è la rete metropolitana e un sistema di trasporto pubblico nell'area metropolitana di Amsterdam. Funziona nelle città di Amsterdam, Diemen e Duivendrecht (fino al 3 marzo 2019 anche Amstelveen). Trasporta circa 1.400.000 passeggeri a settimana. La metropolitana di Amsterdam è gestita dalla GVB. Le prime due linee della metropolitana furono aperte il 14 ottobre 1977. Entro la fine del 2018, la rete metropolitana era stata ampliata a cinque linee e la rete ferroviaria aveva una lunghezza totale di 52,2 chilometri. A causa della chiusura della parte della linea Amstelveen tra Station Zuid e Westwijk nel marzo 2019, la lunghezza totale della rete è stata ridotta a 42 km. La maggior parte è fuori terra; solo 10,6 km sono in galleria: 3,5 km dalla stazione centrale fino alla stazione di Wibautstraat appena passata (linee 51, 53 e 54), nonché 7,1 km tra le stazioni Noorderpark e Zuid (linea 52).

Storia

Orario

Nel 1968, il sindaco e gli assessori del comune di Amsterdam hanno proposto la costruzione graduale di una rete metropolitana che collegherebbe tutti i distretti della città di Amsterdam. Sono state previste le seguenti linee: una linea est-ovest da Zuidoost a Osdorp via Central Station; una linea ad anello dai Docklands occidentali a Diemen; una linea nord-sud da Amsterdam-Noord via Central Station fino a Weteringplantsoen con due diramazioni ad entrambe le estremità; una seconda linea est-ovest da Geuzenveld a Gaasperplas.La rete metropolitana doveva essere completata intorno all'inizio del secolo.

Costruzione

La costruzione iniziò nel 1970 quando il segretario di Stato Mike Keyzer guidò il primo palo sulla Rhijnspoorplein. Sulla Julianaplein, di fronte alla stazione di Amstel, la "metropolitana dell'ufficio edile" è apparsa in un complesso temporaneo di emergenza in legno, da cui è stata coordinata la costruzione. C'era anche una mostra permanente sullo stato di avanzamento della costruzione, sono stati mostrati modelli e un gran numero di opuscoli è stato messo a disposizione del pubblico, che ha potuto visitare la mostra gratuitamente. I primi test drive ebbero luogo nel 1973 su una sezione di prova appositamente costruita tra il Venserpolder e il Verrijn Stuartweg. Dopo un significativo superamento dei costi, per un po' si è parlato che NS avrebbe iniziato a gestire la linea con i velocisti. Alla fine è stato deciso di lasciare che il GVB gestisse la metropolitana. La prima sezione è entrata in servizio il 14 ottobre 1977. La stazione di Waterlooplein è stata costruita in via prioritaria in relazione ai progetti per il nuovo municipio, che a posteriori non sarebbe stato necessario a causa del lento sviluppo della Stopera. Nel 1975 in questa stazione si tenne la mostra Open Tube, che era in fase di completamento nell'ambito dei lavori strutturali. La costruzione della sezione sotterranea sotto il Nieuwmarktbuurt è stata accompagnata da una demolizione su larga scala nell'ambito di un piano per lo sviluppo urbano e la costruzione di un'autostrada cittadina. La demolizione è stata anche il risultato del metodo di costruzione fuori terra con grandi cassoni in cemento che sono stati affondati. La resistenza è stata condotta da residenti e abusivi. Molti residenti originariamente ebrei del quartiere furono deportati e assassinati dal regime nazista durante la guerra. Durante l'inverno della fame del 1945, la legna delle case vuote fu usata anche come legna da ardere dai residenti di Amsterdam. Poiché di conseguenza molti edifici furono gravemente fatiscenti, molti furono demoliti o occupati negli anni dopo la guerra. La resistenza culminò nelle rivolte del Nieuwmarkt e in un fallito attentato dinamitardo nel 1975 da parte di Joop Baank, inteso a screditare gli squatter. Nello stesso anno, il consiglio comunale decise, dopo aver prima considerato di terminare la costruzione a Waterlooplein e da lì in poi come tram espresso fuori terra via Geldersekade, di eliminare gradualmente l'Oostlijn e di non costruire ulteriori linee della metropolitana dopo l'Oostlijn. Il ministro Tjerk Westerterp ha inoltre vietato la costruzione di nuove linee della metropolitana, visto l'elevato superamento dei costi previsti. Tuttavia, è stata mantenuta la possibilità di collegare la linea Schiphol alla linea est tramite Spaklerweg. Il