Trattato di base Corea-Giappone

Article

August 11, 2022

Il Trattato sulle relazioni fondamentali tra la Repubblica di Corea e il Giappone (大Korean-日本國間-基本關係-關-條約) o il Trattato sulle relazioni fondamentali tra la Repubblica di Corea e il Giappone (Trattato Corea-Giappone sulle relazioni fondamentali) è stato istituito nel 1965 per stabilire le relazioni diplomatiche generali tra la Repubblica di Corea e il Giappone, è un trattato firmato il 22 del mese. Si compone di 4 accordi e 25 documenti. Il nome usato in Giappone è il Trattato sulle relazioni fondamentali tra il Giappone e la Repubblica di Corea (giapponese: nikansuruじょウやKU)).

Sfondo

Nel settembre 1951, al culmine della guerra di Corea, Stati Uniti e Giappone firmarono il Trattato di pace di San Francisco, ponendo le basi per l'alleanza tra i due paesi. Attraverso il Trattato di pace, gli Stati Uniti hanno cercato di assicurarsi una posizione strategicamente importante per contenere l'Unione Sovietica e altri paesi comunisti nella Guerra Fredda, iniziata sul serio con la Guerra di Corea. Ciò ha fornito al Giappone l'opportunità di liberarsi dall'occupazione e diventare un membro del mondo occidentale. Tuttavia, la ratifica del trattato di pace solo con le potenze alleate e il Giappone, avvenuta tra le proteste dei paesi asiatici colpiti dall'aggressione giapponese, ha riguardato questioni come la risoluzione delle questioni di compensazione del dopoguerra e la normalizzazione dei rapporti diplomatici tra i paesi asiatici e Il Giappone, provocando così ulteriori controversie diplomatiche La Repubblica popolare democratica di Corea e la Repubblica di Corea, che non sono state riconosciute come paesi vittoriosi, non sono state nemmeno invitate al trattato di pace, l'Unione Sovietica, la Polonia, la Cecoslovacchia, ecc. hanno respinto il trattato stesso e l'Indonesia e le Filippine hanno affermato che i negoziati di risarcimento dovrebbero essere condotti separatamente dal trattato di pace. La maggior parte dei paesi ha rinunciato al diritto di chiedere il risarcimento dei danni di guerra a causa del Trattato di pace di San Francisco. I negoziati con la Repubblica di Corea, la Repubblica popolare democratica di Corea e la Repubblica di La Corea è rimasta. Il Giappone ha risarcito il Myanmar, l'Indonesia, le Filippine e il Vietnam del Sud dal 1955 al 1959. Sono solo questi quattro paesi che il Giappone ha ufficialmente risarcito i danni causati dall'aggressione. Per altri paesi, è stata sostituita dalla cooperazione economica. Il Giappone aveva bisogno di stabilire legami diplomatici con la Corea, che fungesse da frangiflutti dal campo comunista, e di garantire la Corea come mercato per la crescita economica e l'espansione dell'influenza. Così, esclusa l'espressione di compenso o compenso, è entrata nel mercato coreano fornendo manodopera e prodotti giapponesi per un valore di 30 milioni di dollari all'anno in 10 anni in nome del denaro della celebrazione dell'indipendenza. In altre parole, la sovvenzione gratuita di $ 300 milioni significa che sono stati forniti $ 30 milioni all'anno per 10 anni invece dei prodotti e della manodopera delle aziende giapponesi. Allo stesso modo è stato prestato anche un prestito pagato.D'altronde, dagli anni '40, gli Stati Uniti hanno pianificato la formazione di un blocco economico asiatico incentrato sul Giappone. Quando il confronto con il campo comunista iniziò sul serio, anche gli Stati Uniti prestarono attenzione al valore strategico del Giappone e tentarono di creare un blocco militare ed economico. Gli Stati Uniti hanno firmato l'accordo sugli aiuti militari Corea-USA il 26 gennaio 1950 e nel 1951, l'anno dopo la guerra di Corea, hanno firmato il Trattato di pace di San Francisco e il Trattato di sicurezza Stati Uniti-Giappone l'8 settembre, stabilendo la Corea- Sistema di alleanza USA-Giappone. Durante la guerra di Corea, gli Stati Uniti consentirono la produzione di armi al Giappone in base allo Special Procurement Order del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti e l'istituzione delle forze di autodifesa nel 1954 portò al riarmo del Giappone. Gli Stati Uniti volevano normalizzare le relazioni diplomatiche tra la Repubblica di Corea e il Giappone, ma l'amministrazione Syngman Rhee sì