Polonia

Article

June 25, 2022

La Repubblica di Polonia (polacco: Rzeczpospolita Polska [*], culturale: Polska), abbreviato in Polonia (polacco: Polska Polska [*], culturale: Polska) è un paese dell'Europa centrale. È composta da 16 province e ha una superficie di 312.696 km2 e ha un clima temperato. Con una popolazione di circa 38,5 milioni di abitanti, è anche il quinto paese più popoloso dell'Unione Europea. Varsavia è la capitale e la città più grande della Polonia e Cracovia, Lodz, Wroclaw, Poznan, Danzica e Stettino sono altre grandi città. La Polonia è piuttosto vasta, confina con il Mar Baltico a nord e i Carpazi a sud. Confina a nord-est con la Lituania e la Russia, Kaliningrad, a est con la Bielorussia e l'Ucraina, a sud con la Slovacchia e la Repubblica Ceca, ea ovest con la Germania. La gente iniziò a vivere in Polonia diverse migliaia di anni fa e alla fine dei tempi antichi si sviluppò in un'area in cui coesistono numerose culture. Tuttavia, i Polin slavi presero gradualmente il sopravvento e, man mano che emersero come la corrente principale della regione, il nome della regione iniziò a essere chiamato "Polonia". La storia dell'attuale Polonia inizia intorno al 996, quando le allora province polacche accettarono finalmente il cristianesimo e si convertirono al cattolicesimo romano. Il Regno di Polonia fu fondato nel 1025 e nel 1569 si fuse con la Lituania nell'Unione di Lublino per formare la Federazione polacco-lituana, che regnò come una delle potenze europee nel XVI e XVII secolo. Inoltre, nel 1791, fu promulgata la prima costituzione moderna del 3 maggio in Europa.Tuttavia, anche il Commonwealth polacco-lituano iniziò a svanire nel tempo e alla fine del XVIII secolo fu distrutto dai paesi vicini. Nel frattempo, l'indipendenza è stata riconquistata con il Trattato di Versailles nel 1918 e, dopo diverse controversie territoriali, è diventata un pilastro fondamentale della politica europea. Nel settembre 1939 iniziò la seconda guerra mondiale con l'invasione della Polonia da parte della Germania nazista e poco dopo l'Unione Sovietica invase la Polonia. Si stima che durante questo periodo morirono 6 milioni di polacchi, inclusi 3 milioni di ebrei. Nel frattempo, dopo la fine della seconda guerra mondiale, la Polonia è stata incorporata nel blocco comunista orientale guidato dai sovietici e la Repubblica popolare di Polonia di recente costituzione ha partecipato al Patto di Varsavia come potenza trainante, contribuendo all'ulteriore intensificazione della Guerra Fredda. Tuttavia, alla fine degli anni '80, quando il comunismo mostrò segni di cedimento e la Guerra Fredda finì, il regime comunista crollò e la Polonia rinasceva come repubblica democratica presidenziale. La Polonia ha un'economia abbastanza sviluppata ed è classificata come una potenza regionale nell'Europa centrale. Ha la sesta economia più grande dell'Unione Europea in termini di PIL nominale e la quinta in termini di PPP. Inoltre, la qualità della vita, la sicurezza e la libertà economica appartengono all'asse molto alto, e l'istruzione universitaria e il sistema di assicurazione sanitaria pubblica sono abbastanza eccellenti da non rimanere indietro rispetto agli standard dell'UE. Ha un totale di 16 siti del patrimonio mondiale dell'UNESCO. La Polonia è firmataria del Trattato di Schengen ed è membro dei gruppi delle Nazioni Unite, della NATO, dell'OCSE e di Visegrad.

Nome del paese

La parola polacca per il nome del paese "Polonia" è "Polska". Questo nome si riferisce alla terra delle Polanie, una delle tribù appartenenti agli slavi occidentali che si insediarono vicino al fiume Barta nell'attuale Polonia intorno al VI secolo.