Impatto della pandemia di COVID-19

Article

May 22, 2022

Oltre alla trasmissione e alla diffusione di molte persone in tutto il mondo, la pandemia di COVID-19 ha avuto un enorme impatto politico, culturale e sociale.

Influenza politica

Un numero significativo di funzionari comunali del Partito Comunista Cinese (CPC) è stato licenziato dopo che lo scoppio dell'epidemia nella regione centrale è stato percepito come inadeguato per i loro compiti di quarantena. Nel frattempo, alcuni esperti vedono questo come una mossa per deviare l'insoddisfazione della gente causata dalla pandemia di coronavirus dal presidente Xi Jinping. Alcuni commentatori hanno notato che l'indignazione pubblica per la malattia sarebbe una rara protesta contro il PCC. Inoltre, la resistenza alla terraferma a Hong Kong si è intensificata a causa dei timori di migrazione dalla Cina continentale a Hong Kong. Taiwan ha anche espresso preoccupazione per la sua inclusione nelle sanzioni di viaggio contro la Repubblica popolare cinese a causa del suo status politico instabile e del "riconoscimento di un regime". D'altra parte, un certo numero di paesi sta usando l'epidemia come un'opportunità per mostrare il proprio sostegno alla Cina, un esempio lampante è la visita speciale del primo ministro cambogiano Hun Sen in Cina. Inoltre, il Dipartimento del Tesoro australiano non è stato in grado di mantenere il proprio impegno a mantenere le riserve fiscali esistenti a causa dell'impatto del coronavirus sull'economia. Molti paesi hanno usato la pandemia di coronavirus per mostrare sostegno alla Cina, come quando il primo ministro cambogiano Hun Sen ha fatto una visita speciale in Cina per mostrare il sostegno della Cambogia alla Cina, criticato dalle persone per il suo modo inesperto e insignificante di reagire. È stato accusato di inganno o di false affermazioni, di non aver fornito informazioni adeguate e di minimizzare l'importanza della pandemia. Trump è stato anche criticato per aver chiuso il Dipartimento per la sicurezza sanitaria mondiale del Consiglio di sicurezza nazionale degli Stati Uniti, istituito per preparare il governo a una potenziale pandemia. Dopo essere uscito senza maschera, ha fatto alcuni espedienti e alla fine gli è stato diagnosticato il coronavirus il 2 ottobre 2020. Il governo della Repubblica islamica dell'Iran è pesantemente colpito dal virus, come almeno 20 persone (circa il 10% ) del legislatore iraniano di essere stato contagiato.Sono stati contagiati anche almeno 15 attuali o ex alti funzionari governativi, compreso il vicepresidente. I consiglieri di Ali Kamenei e Mohammad Javad Zarif sono morti di Corona. La diffusione del virus solleva interrogativi sulla continuità del governo in futuro.

Impatto sulla sovranità

Economisti geografici ed esperti nazionali di rischio hanno sostenuto una potenziale erosione della sovranità politica ed economica che potrebbe colpire alcuni stati già fragili come l'Italia. Edward Rootwak lo descrisse come "il virus della verità". Inoltre, M. Nicholas Pirzli, direttore del World Pensions Committee (WPC) e membro dell'Advisory Board del Global Infrastructure Facility (GIF) della Banca mondiale, ha definito questa "grande crisi finanziaria". Ha anche affermato che "la conseguente disfunzione finanziaria e geopolitica porterà alla sofferenza delle economie nazionali e la loro stessa sovranità politica potrebbe essere seriamente erosa".

Cittadinanza e Democrazia

Iran, Giordania, Marocco, Oman e Yemen hanno vietato la stampa e la distribuzione di giornali. Il 30 marzo il parlamento ungherese ha concesso al primo ministro Viktor Orban la sovranità a tempo indeterminato.

Pace nel mondo

La pandemia di coronavirus ha esacerbato le relazioni conflittuali tra i paesi. Inoltre, la sicurezza delle Nazioni Unite