Isole Caroline

Article

June 26, 2022

Le Isole Caroline sono costituite da due terreni. È diviso in gruppi vulcanici a est, la cui sommità è costituita da strati di corallo, e isole a est, che corrispondono a strati di crosta che salgono sulla superficie dell'oceano sotto la piega e la pressione. Entrambi si trovano sopra i 150 m sul livello del mare e comprendono le isole di Yap, Pohnpei, Truk, Kosrae (Kusa), Babeltuap e Ulishi.

Clima

Ha un clima tropicale con una temperatura media mensile compresa tra 26 e 28 ° C e la quantità di precipitazioni sulle isole dell'altopiano supera i 4.570 mm. Una media di 20 o più tifoni all'anno si verificano al centro o alla periferia del gruppo di isole.

Storia

Le isole Caroline orientali sembrano essere state colonizzate da persone prima del 2° secolo d.C., e ci sono prove sulle isole occidentali che le merci commerciali cinesi raggiunsero questo punto intorno al 7° secolo. I navigatori spagnoli che visitarono l'isola nel XVI secolo la chiamarono in onore del loro re, Carlos II, ma fu solo nel XIX secolo che divenne una colonia spagnola. Dopo la guerra ispano-americana del 1898, il sistema fu ceduto alla Germania, occupata dal Giappone nel 1914 e, dopo il 1919, sotto il dominio giapponese come mandato della Società delle Nazioni. Dopo essere stato difeso a fondo dal Giappone, fu occupato dagli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale e nel 1947 divenne un'area strategica di fiducia delle Nazioni Unite sotto la giurisdizione degli Stati Uniti. Sebbene l'area dell'amministrazione fiduciaria sia stata revocata nel 1986, gli Stati Federati di Micronesia e la Repubblica di Palau hanno ancora stretti legami con gli Stati Uniti.

Esporta

L'artigianato, compresa la copra, viene principalmente esportato. L'isola di Pohnpei, che ha un ambiente ideale per la coltivazione di cacao e pepe, sta conducendo vari esperimenti per coltivarli come colture da reddito. L'industria del turismo per i turisti provenienti dal Giappone e dagli Stati Uniti si sta sviluppando. Durante l'occupazione giapponese, le isole dell'altopiano occidentale furono estratte per rame, ferro, bauxite e altri minerali. Alcune isole praticano la pesca del tonno.

Economia

Una topografia, una cultura e una lingua molto diverse coesistono nelle Isole Caroline. Le isole occidentali hanno un misto di influenze melanesiane e filippine, mentre le isole orientali mostrano molte caratteristiche della Polinesia. Le isole di Nukuoro e Kapinga Marangi corrispondono al limite occidentale della cultura polinesiana.

Micronesia

Nell'Oceano Pacifico occidentale c'è un paese chiamato Micronesia, che è composto da piccole isole. Tra le 607 isole del paese ci sono le Isole Yap. L'arcipelago di Yap è un'isola delle Isole Caroline ed è stata una colonia tedesca dal 1899 al 1919. La popolazione all'epoca era compresa tra 5000 e 6000. Nel 1903, un antropologo americano di nome William Henry Furness III visse sull'isola per diversi mesi e studiò l'interessante storia della moneta di pietra dell'isola. Su un'isola a 400 miglia di distanza, gli isolani levigarono il calcare e lo usarono come valuta. Al centro è stato praticato un foro per dargli la forma di una ruota, e quella grande aveva un diametro di 3,6 m e pesava 12 tonnellate. L'unità di scambio era chiamata fei e il valore del denaro aumentava in base alla dimensione della pietra. Poiché nella lavorazione e nel trasporto delle pietre era coinvolta molta manodopera, l'isola è stata riconosciuta per il suo valore come valuta. I popoli indigeni caricavano la moneta di pietra lavorata su canoe o gommoni e li tenevano a casa. Le pietre pesanti e difficili da trasportare venivano lasciate dove venivano lavorate. È interessante notare che non vi era alcuna indicazione che il proprietario della pietra fosse suo. Si dice che il proprietario della pietra cambi durante una transazione, ma il nuovo proprietario non ha affatto segnato la pietra. Paese a cui appartiene Yap Island