Chile

Article

June 26, 2022

Repubblica del Cile (spagnolo: República de Chile [*], Mapudungun: Chile Wüdalmapu, Rapa Nui: Repūvirika o Tire), abbreviato Chile (spagnolo: Chile Chile[*], Mapudungun: Chile, Rapa Nui: Tire è un paese che si estende da da nord a sud tra l'Oceano Pacifico e le Ande in Sud America. E le principali città includono Santiago e Concepción. Perù a nord, Bolivia a nord-est, Argentina a est e Stretto di Drake all'estremità meridionale del paese. Ecuador in Sud America Perché è uno dei due paesi che non confinano con il Brasile insieme a . La costa occidentale del paese è l'Oceano Pacifico e la sua lunghezza è di 6.435 km. Oltre alla terraferma del continente, anche le isole Juan Fernandes e le isole Salas Gomes, le isole Desventuradas e l'isola di Pasqua polinesiana sono territori cileni. Il Cile rivendica la sovranità su 1.250.000 chilometri quadrati dell'Antartide, ma è praticamente impossibile perché l'Antartide non può essere di proprietà di nessuno ai sensi della Convenzione internazionale dell'Antartide e può essere utilizzata solo per scopi di esplorazione. Il Cile è un paese unico con una lunghezza di circa 4.300 km e una larghezza di circa 175 km e ha un clima molto vario, con il deserto di Atacama, il deserto più arido del mondo, al nord, clima mediterraneo al centro del paese , e neve nel Sud. La Cisgiordania ha un clima marittimo con molti fiordi, ghiacciai e laghi. A causa della sua forma allungata, è frainteso come il paese più lungo del mondo. I deserti del nord del Cile hanno risorse minerarie, in particolare il rame. La regione centrale relativamente piccola è la regione principale del paese grazie alla sua grande popolazione e alle sue risorse agricole. È stato il centro culturale e politico del paese dall'annessione del Cile delle regioni meridionali e settentrionali alla fine del XIX secolo. Il Cile meridionale è densamente boscoso e ha una cintura di vulcani e laghi. La costa meridionale è un labirinto di fiordi, estuari, canali e complesse penisole e isole. Le Ande si estendono fino al confine orientale. Prima dell'arrivo degli spagnoli nel XVI secolo, il Cile settentrionale era governato dall'Impero Inca e gli indigeni Mapuche (Arauco) vivevano nel Cile centrale e meridionale. Il Cile dichiarò l'indipendenza nel 1810, ma fu solo nel 1818 che il Cile ottenne una vittoria decisiva sulla Spagna. Durante la guerra del Pacifico (1879–1883) il Cile sconfisse Perù e Bolivia e ottenne quella che oggi è la parte settentrionale del paese. Fu solo dopo il 1880 che i Mapuchain furono completamente conquistati. Il Cile ha una tradizione democratica e ha meno colpi di stato o dittature rispetto ad altri paesi sudamericani. Oggi il Cile è un paese abbastanza stabile e prospero in Sud America. La posizione di primo piano in America Latina in termini di indice di sviluppo umano, PIL pro capite (considerando prezzi e potere d'acquisto), competitività nazionale, qualità della vita, stabilità politica, globalizzazione, libertà economica, bassi livelli di corruzione e tassi di povertà estremamente bassi è in Attualmente, come membro del Mercosur (MERCOSUR), l'attività economica è la più attiva in America Latina. Sebbene il Cile abbia una libertà di stampa e una democrazia ben sviluppate in questa regione, il coefficiente di Gini mostra un'elevata disuguaglianza di reddito.

Storia

Origine del toponimo

Ci sono diverse teorie sull'origine della parola Cile. Secondo un'ipotesi avanzata dal cronista spagnolo Diego de Rosales nel XVIII secolo, gli Inca del Perù chiamavano il monte Aconcagua "Chili".