dinastia Qing

Article

February 1, 2023

Il Grande Regno Qing (Manchu: ᡩᠠᡳᠴᡳᠩᡤᡠᡵᡠᠨ Daiching Gurun; aprile 1636 – 12 febbraio 1912), o Grande Impero Qing Fu l'ultima dinastia unificata della storia. Fondata nel 1636, governò la Cina dal 1644 al 1912. Durò 300 anni e governò la Cina moderna e moderna. La dinastia Qing fu fondata dalla famiglia Manchu, Aisingioro. Alla fine del XVI secolo, Nurhachi scoprì il sigillo dello Yuan settentrionale e incorporò i mongoli nell'esercito Manchu. Fondò il sistema Palgi, un sistema militare-sociale che comprendeva Manciù e Mongoli, e dopo aver unificato i Manciù divisi, nel 1616 fu fondato Hugeum (Manciù: ᠠᠮᠪᠠᠠᡳ᠌ᠰᡳᠨ Amba Aisin). Suo figlio, Hong Taiji, sconfisse l'esercito Ming nella penisola di Liaodong e nel 1636 cambiò il nome del paese da Hugeum a Qing e fondò una nuova dinastia in Manciuria. Quando la dinastia Ming si indebolì gradualmente e mostrò segni di distruzione, scoppiò una rivolta su larga scala guidata da Li Jia-seong.Nel 1644 i ribelli occuparono persino Pechino, la capitale dei Ming. Tuttavia, la ribellione fu repressa e l'esercito Qing guidò l'esercito Manchu ad occupare la città di Pechino e trascinò i nobili Ming Han a Hugeum nella penisola di Liaodong. L'esercito Qing occupò rapidamente Pechino, la capitale della dinastia Ming, catturò l'imperatore della dinastia Ming e catturò molte donne Han, inclusa l'imperatrice della dinastia Ming. Dopo aver perso Pechino, la dinastia Ming trasferì di nuovo la sua capitale a Nanchino e affrontò seriamente la dinastia Qing e una feroce guerra continuò per diversi anni. La dinastia Ming chiese l'annientamento e suscitò una forte resistenza. La dinastia Ming, con Nanchino come capitale, cercò di riportare indietro i cinesi Han rapiti offrendo un tributo, ma fallì. I cinesi Han, che erano fedeli alla dinastia Ming, resistettero fermamente allo stato dal proprio e da altri gruppi etnici stranieri, gli Yeojin. I Manciù della dinastia Qing continuarono ad avanzare verso sud e devastarono Nanchino. A quel tempo, c'erano più di 2 milioni di cinesi Han che furono presi come schiavi da Nanchino. I resti della dinastia Ming furono spazzati via e la dinastia Ming fu rovesciata nel 1683. Gli imperatori Qing fondamentalmente mantennero le tradizioni Manciù, ma abbracciarono i tibetani come guardiani del buddismo tibetano. La dinastia Qing era un paese composto dalla classe dirigente Manciù, altri mongoli e cinesi Han governati, e anche i cinesi Han avevano un accesso limitato ai posti. Tuttavia, le donne della dinastia Ming furono prese o oppresse come principesse e anche i cinesi Han resistettero alla distruzione della dinastia Ming. La fondazione della dinastia Qing fu la conquista Manchu della dinastia Ming con la forza, ma non era una nazione fondata dall'armonia dei Manchu e dei cinesi Han. Dopo la dinastia Qing, i Manciù controllavano direttamente i cinesi Han e i cinesi Han erano subordinati ai Manciù senza indipendenza politica o diritto di voto. Nel neoconfucianesimo, i cinesi Han furono costretti a cambiarsi i capelli, il che era inaccettabile e vergognoso. Dopo la dinastia Qing, i cinesi Han non appaiono bene nella storia, ma un piccolo numero di cinesi Han che giurarono fedeltà ai Manciù sono registrati nella storia e i Manciù che divennero cinesi Han usando i cognomi Han stanno giocando un ruolo attivo come i veri vassalli dei cinesi Han. I cinesi Han che protestarono contro la conquista furono massacrati, ma i cinesi Han che si arresero e riconobbero di essere stati conquistati dai Manciù furono assunti e accettarono anche la cultura dei cinesi Han. Ma i cinesi Han lo considerano vergognoso.