persone nel libro

Article

August 14, 2022

Le persone del libro (arabo: أهل الكتاب) si riferiscono ai pagani secondo il Corano, in particolare cristiani ed ebrei. Ha anche il significato di coloro che hanno ricevuto una rivelazione da Dio prima che Maometto apparisse. Si può dire che si riferisce ai 5 libri di Mosè citati nel giudaismo e nell'Antico Testamento che appaiono nella Bibbia. Nella civiltà islamica, il Corano, la Bibbia dei musulmani, è responsabile del vero e duraturo messaggio di Dio. Poiché il popolo del libro ha descritto Dio come un discendente di Abramo e come un musulmano, le credenze descritte nel libro sono definite da rituali divini, tolleranza e regole di autogoverno. La Sharia è la legge islamica. Nell'ebraismo, il termine "gente del libro" (ebraico: עם הספר, Am HaSefer) è, in larga misura, un equivalente ebraico e della Torah, riferendosi alla legge ebraica e al Talmud. Nella tradizione ebraica i rapporti con le altre religioni sostanzialmente non vengono discussi.

Definizione

Secondo l'interpretazione classica, le persone del libro sono persone che hanno le seguenti caratteristiche: religione monoteista (monoteismo, Tawhid) Devi credere nell'aldilà, nel Giudizio Universale, nel paradiso e nell'esistenza degli angeli. Sono consapevoli di Satana e dell'inferno e sono consapevoli di una conoscenza simile all'escatologia. Ci sono molti profeti e profeti come Mosè. Credono nelle storie della creazione e credono nel Giardino dell'Eden e in Adamo ed Eva.Il nome stesso "popolo del libro" si riferisce ai seguaci delle tre religioni emerse dopo Abramo: cristianesimo, ebraismo e islam, che sono più antiche dell'Islam . Questo può includere sabbiani e samaritani. Molti dei primi avvocati islamici credevano anche che lo zoroastrismo dovesse ricevere il titolo di "gente del libro" ai suoi seguaci. Prevede l'escatologia, il paradiso e l'inferno e non vi è alcuna menzione ufficiale di Adamo, Eva o Mosè. La maggior parte dei musulmani sciiti segue questa opinione. In generale, "gente del libro" si riferisce solo alle religioni che precedono l'Islam. Questo perché il profeta Maometto credeva nell'Islam come dedizione e promessa del Profeta ed era chiamato l'ultimo profeta inviato da Dio stesso. Ciò significa che se fosse apparso dopo l'Islam, fosse imparentato con Abramo e, anche se avesse tutti gli elementi, non sarebbe un "popolo del libro". Ci sono molte opinioni diverse sull'induismo, perché la stessa parola per indù ha un vantaggio nell'arabo Al-Hind. L'induismo ha il maggior numero di seguaci in India, ma quando le potenze musulmane si stabilirono in India e si espansero, fu necessario cambiare i regolamenti iniziali. Alcuni erano chiamati mushrikeen. Tuttavia, l'induismo è politeista e ha varie credenze, e ci sono differenze in quanto è diversificato in monoteismo, politeismo e universalismo. Questo non si applica al Sikhismo, poiché rifiuta il concetto di demoni e angeli, Adamo ed Eva. È una religione che esisteva prima di Maometto. Il buddismo non articola chiaramente il concetto di Dio e ci sono alcuni contenuti che vanno contro le nozioni monoteistiche. C'è contenuto sulla teoria della reincarnazione, quindi non finisce nell'aldilà, e non riconosce Dio dal punto di vista della creazione, quindi non rientra nel "popolo del libro".

Vedi anche

Shari'a dimmi

Note a piè di pagina

Collegamenti esterni

"Gente del Libro" e affermazioni musulmane�