Camera dei Consiglieri (Giappone)

Article

May 22, 2022

La Camera dei Consiglieri (giapponese: 参議院 Sangiin[*]) è una delle due Camere che compongono l'Assemblea Nazionale Giapponese e corrisponde al Senato, e il suo nome inglese è “House of Councillors”. Nel 1947, quando è stata applicata l'attuale Costituzione del Giappone, è stata istituita al posto della Casa Nobiltà della Dieta Imperiale e costituisce l'Assemblea Nazionale insieme alla Camera dei Rappresentanti.

Camera dei Consiglieri della Costituzione del Giappone

Diritti di voto

Diritti di voto: cittadini giapponesi di età pari o superiore a 18 anni (Articolo 9 della legge elettorale sui funzionari pubblici giapponesi, 19 giugno 2016: 20 anni o più → 18 anni o più) Diritto di essere eletto: cittadini giapponesi di età superiore ai 30 anni

Termine

La durata del mandato è di 6 anni. La metà di loro viene eletta di nuovo alle elezioni ogni tre anni. A differenza della Camera dei rappresentanti, non vi è scioglimento durante il mandato. Inoltre, come previsto dall'articolo 102 della Costituzione del Giappone, metà dei membri eletti delle prime elezioni generali della Camera dei rappresentanti ha scontato un mandato di tre anni.

Metodo di elezione dei membri

Le elezioni utilizzano il sistema distrettuale elettorale con ciascuna prefettura come collegio elettorale e il sistema di rappresentanza proporzionale nazionale.Non sono consentite nomine duplicate. Fino alle elezioni del 1980 sono stati attuati i sistemi di prefettura e distrettuale nazionale. Nella prima elezione generale della Camera dei rappresentanti sono stati eletti contemporaneamente un mandato di tre anni e un mandato di sei anni.

Senatore Intero

Il numero dei membri è stabilito nella legge sulle elezioni dei pubblici ufficiali. Nel 1947 il numero dei parlamentari fu fissato a 250 e, con il ritorno di Okinawa, un seggio fu aumentato rispettivamente nel 1971 e nel 1974 e il numero dei seggi fu portato a 252. Nel 2001 e nel 2004 il numero dei membri è stato ridotto di 5 ciascuno e l'attuale numero dei membri è di 242 (146 collegi elettorali, 96 rappresentanti proporzionali) 1 seggio, 2 seggi proporzionali) aumentato. Poiché l'elezione della Camera dei Consiglieri sostituisce la metà dei membri, anche nel 2022 il numero dei seggi dovrebbe aumentare di tre.

Organizzazione e organizzazione

Presidente e Vicepresidente

Il presidente mantiene l'ordine nell'Assemblea nazionale, organizza le decisioni, sovrintende agli affari dei legislatori e rappresenta i legislatori. Il Vicepresidente agisce per conto del Presidente in caso di assenza o assenza del Presidente. ognuno è uno In linea di principio, il mandato dura fino alla scadenza di ogni mandato, ma in pratica è consuetudine che il presidente si dimetta immediatamente dopo l'elezione della Camera dei Rappresentanti ogni tre anni ed elegga un successore. È anche consuetudine che il presidente rinunci alla sua appartenenza al partito dopo essere stato eletto. Il Presidente della Camera dei Rappresentanti è nominato dal Segretario Generale Presidente ad interim il giorno della convocazione della Camera dei Rappresentanti o, in assenza del Presidente, quando il numero dei membri presenti sia almeno 1/3 del il numero totale dei membri. Il presidente è eletto a scrutinio segreto e viene eletto chi ottiene la maggioranza. Se nessuno ha ottenuto la maggioranza, si procederà al ballottaggio con i primi due candidati che riceveranno i voti. In caso di parità di voti nel ballottaggio finale, si procederà a sorteggio. Secondo i criminali di guerra imperiali, il presidente e il vicepresidente della camera bassa diventano membri del consiglio imperiale.

Autorità del Presidente

designare la posizione del sedile La data e il luogo della cerimonia di apertura sono stabiliti in consultazione con il Presidente della Camera dei Rappresentanti. Consentire ai membri del parlamento di dimettersi durante l'aggiornamento dell'Assemblea nazionale. Nomina dei membri e autorizzazione alle dimissioni. Autorizzazione a tenere commissione durante la sessione di apertura. Approvato per tenere udienze pubbliche. Orario di apertura modificato. I banchetti dopo le 18 sono aggiudicati. Autorizzazione a parlare se parla una persona che non ha notificato la parola. Permesso di parlare dal podio a chiunque parli dal proprio posto. Permesso per aspettativa dei soci non superiore a 7 giorni. Potere di polizia in Campidoglio. Ordina l'arresto degli attuali criminali all'interno dell'Assemblea nazionale. Ordinato di lasciare l'aula magna per ordine inquietante nella sala riunioni. Non permettere a nessuno di entrare in una sala riunioni o in una sala riunioni di portare un bastone da passeggio.