Libertà di religione

Article

August 13, 2022

La libertà di religione si riferisce al diritto di scegliere o non scegliere la religione secondo la propria volontà. La libertà religiosa è ormai data per scontata, ma fino al 18° secolo la libertà religiosa è stata soppressa in Europa. In particolare, nei paesi con la Chiesa cattolica romana come religione di stato, come Spagna, Francia e Italia, era vietato per legge credere in qualsiasi religione diversa dal cattolicesimo e, nei casi più gravi, venivano sottoposti a inquisizione e bruciati al rogo. Questa oppressione religiosa è stata gradualmente alleviata attraverso la diffusione dell'Illuminismo e della Rivoluzione francese e oggi, ad eccezione di alcuni come i paesi a partito unico e i paesi fondamentalisti religiosi, i paesi democratici vietano la religione di stato e garantiscono la libertà religiosa in qualsiasi paese.

Ambito della libertà religiosa

diritto di scegliere la religione Il diritto a non essere obbligati a credere nella propria religione diritto a non essere religiosi

Libertà di religione per Paese

Repubblica Popolare Democratica di Corea

Secondo il marxismo, la Repubblica Democratica Popolare di Corea "considera la religione come un mezzo di dominio della classe dirigente sul popolo", "il cristianesimo è uno strumento di aggressione dell'imperialismo americano", contenuto democratico che fa rivendicazioni contro i potenti come si vede nel Bibbia, ecc. La libertà religiosa individuale non è riconosciuta se non per eventi religiosi esterni mobilitati dallo Stato per lo stesso motivo.

Corea

Goryeo adottò il buddismo e Joseon fece del confucianesimo la religione di stato, ma altre religioni come buddismo, taoismo e sciamanesimo erano le eccezioni e c'era libertà di religione. In particolare, nel caso della famiglia reale Joseon, poiché il paese fu fondato dal maestro Muhak, il buddismo fu usato come religione reale e il buddismo come religione popolare fu attivamente soppresso ei templi furono portati sulle montagne. L'articolo 20 della Costituzione della Repubblica di Corea afferma: “Tutti i cittadini devono avere la libertà di religione. La religione di stato non è riconosciuta e religione e politica sono separate».

Giurisprudenza

Non si può dire che la libertà di propagazione della religione garantisca ai cittadini il diritto di esercitarla liberamente in qualsiasi luogo di loro scelta, e la protezione della vita, del corpo e dei beni dei cittadini da parte dello Stato, nonché delle aree in cui il luogo arbitrario non è all'interno la sovranità della Repubblica di Corea, in particolare nel caso delle zone d'oltremare minacciate di estinzione, dove Quando l'istruzione religiosa è attuata sotto forma di scuole o istituti privati, rientra nell'ambito della discrezionalità legislativa del legislatore ai sensi dell'articolo 31, paragrafo 6, della Costituzione, che lo Stato prepari gli standard minimi per le strutture e i programmi di studio necessari per la scuola istituzione e ottenere l'approvazione per l'istituzione scolastica, quindi non viola la libertà di religione. Non è contrario alla Costituzione che le università richiedano come condizione per il conseguimento del titolo il completamento di crediti per determinate materie religiose. Le organizzazioni religiose possono far istruire la loro religione presso l'università che hanno stabilito, ma anche in questo caso, gli studenti che non credono in quella religione hanno la libertà di religione. Per gli studenti forzatamente assegnati a una scuola superiore privata istituita da un'organizzazione religiosa secondo la politica di perequazione delle scuole superiori, la scuola conduce classi religiose che diffondono la dottrina di una determinata religione, creando un'atmosfera in cui è praticamente impossibile rifiutare la partecipazione e l'apertura di materie alternative.Ciò non tiene conto dei diritti fondamentali degli studenti non religiosi e viola gli interessi legali personali dello studente in materia di religione.

Elenco dei paesi senza libertà religiosa

Arabia Saudita Iran Pakistan Yemen Afghanistan Mauritania Somalia Isole Maldive Città del Vaticano La Repubblica Democratica Popolare di Corea Cina (la popolazione religiosa della Cina continentale è il buddismo: 15,87%;