isola di Jeju

Article

August 17, 2022

Jeju-do (濟州島, inglese: Jeju-do) è un'isola situata nel Mare del Sud della Corea e l'isola più grande della Corea. Inoltre, l'isola di Jeju appartiene alla provincia autonoma speciale di Jeju in termini di distretto amministrativo. L'area dell'isola è di 1833,2 km², ovvero l'1,83% dell'area della Corea del Sud. La popolazione residente anagrafica nel 2020 è di circa 670.000, la più popolosa tra il pubblico. Inoltre, l'isola di Jeju ha una forma ellittica con un dolce pendio incentrato sul monte Halla al centro, 73 km da est a ovest e 31 km da nord a sud. La lunghezza della strada principale è di 181 km e la costa è di 258 km. L'estremità settentrionale dell'isola di Jeju è la spiaggia di Gimnyeong, l'estremità meridionale è la montagna Songaksan, l'estremità occidentale è Suwolbong e l'estremità orientale è Seongsan Ilchulbong. L'isola di Jeju appartiene a un clima temperato e anche in inverno raramente scende sotto lo zero e mantiene l'immagine. Situata al confine tra il Mar Giallo, il Mar Orientale e il Mar Cinese Orientale, è in una posizione importante non solo in termini politici, economici, ma anche in termini militari della Repubblica di Corea. Inoltre, il 16 dicembre 2002, l'UNESCO ha riconosciuto il valore ecologico del clima e della biodiversità e ha designato l'isola di Jeju come Riserva della Biosfera. Non solo Gapado, ma anche i sistemi di grotte laviche di Hallasan, Seongsan Ilchulbong e Geomunoreum sono stati riconosciuti per i loro valori e importanza accademici, culturali, turistici ed ecologici. Il 3 ottobre 2010, l'UNESCO Global Geoparks Network (GGN) ha certificato l'isola di Jeju come Global Geopark.

Posizione

L'isola di Jeju si trova nel mare del sud della punta sud-occidentale dell'isola di Hanban. Si trova a 33° di latitudine nord e 126° di longitudine est.

Storia

L'isola di Jeju è un'isola indipendente separata amministrativamente da Jeollanam-do il 1 agosto 1946. L'isola vulcanica Jeju si è formata a seguito dell'attività vulcanica dal tardo Pliocene al Pleistocene quaternario del Cenozoico. In altre parole, la Formazione Seongsan, la Formazione Hwasun e la Formazione Sinyangni si sono formate come risultato della continua attività vulcanica durante il periodo quaternario (da 1,2 milioni di anni fa a 25.000 anni fa) dopo che il basalto che formava la base fu espulso dal mare durante il Pliocene alla fine del Terziario Cenozoico L'isola di Jeju era formata da strati di rocce sedimentarie come basalto, rocce vulcaniche come basalto, gorite, andesite e granito e vari detriti vulcanici derivanti dall'azione post-vulcanica. L'attività vulcanica a Jeju è divisa in cinque fasi eruttive, ed è confermato che ci sono state più di 110 eruzioni di lava.

Legenda

Diversi miti sono stati tramandati legati al mito della nascita dell'isola di Jeju, e il più rappresentativo di questi è la leggenda di Seolmundae Halmang. I miti relativi a questo includono: Seolmundae Halmang: un'enorme dea che ha creato l'isola di Jeju. Sanbangsan: è qui che i residenti di Jeju affermano che la posizione originale era la cima del monte Halla, ma in realtà è un vulcano a forma di campana creato da un'attività vulcanica separata. Yeongsil Giam: è uno dei 10 punti panoramici di Yeongju, con molte rocce strane e strane. Viene anche chiamato Generale Obaek e si dice che siano i 500 figli di Seolmundae Halmang. Ieodo: quest'isola è descritta come un'utopia nella leggenda dell'isola di Jeju e negli anni '90 è stata rivendicata dagli abitanti di Jeju come l'attuale isola di Ieodo. Baengnokdam: è un lago vulcanico (lago) formato dall'azione vulcanica del monte Halla nell'isola di Jeju. Yongduam Rock: Situato lungo la costa di Jeju City, è una roccia formata da lava indurita. La roccia lunga 40 m, compresa la parte sommersa, ha la forma di un drago. Samseonghyeol: si dice che sia il luogo in cui sono emersi i tre dei di Yang-eul-na, Goeul-na e Bu-eul-na Inoltre, il picco di Seongsan Ilchulbong nell'isola di Jeju è stato designato come monumento naturale n. 18, 2000.

Nome

L'isola di Jeju è stata anche chiamata con i seguenti nomi. Doi Dongyeongju Zhuho tammora Subra (�