Gabinetto giapponese

Article

June 27, 2022

Il Gabinetto (內閣) è un'istituzione responsabile dell'amministrazione giapponese. Ai sensi dell'articolo 2 del Cabinet Act, è composto dal Presidente del Consiglio e da non più di 14 Ministri di Stato (fino a 17 in caso di particolare necessità).

Storia

Deriva dal fatto che Hirobumi Ito si organizzò il 22 dicembre 1885 come primo Primo Ministro sulla base del 'Gabinet Control' (tuttavia, il termine stesso "Gabinet" è un organismo collettivo composto dal Ministro Taejeong e Chamchi con sede a Taejeonggwan nel 1873. fu il primo a indicare). Quattro anni dopo, nella Costituzione dell'Impero del Giappone, l'amministrazione era svolta dall'imperatore e il ministro di Stato doveva assistere l'imperatore, ma non c'erano disposizioni relative al gabinetto e al primo ministro. Sebbene il gabinetto fosse regolato dallo statuto dell'epoca, "Controllo del gabinetto", si diceva che il Primo Ministro fosse solo il capo tra gli stessi ministri di stato e persino i suoi doveri non erano chiaramente definiti. L'imperatore aveva il potere di nominare e revocare i membri del gabinetto e quando il Primo Ministro e il Ministro di Stato differivano l'uno dall'altro su una questione importante (incoerenza all'interno del gabinetto), ne risultavano immediate le dimissioni del gabinetto. Inoltre, ci sono stati momenti in cui il Primo Ministro ha ordinato la formazione di un gabinetto dall'Imperatore, ma i membri del gabinetto effettivi sono stati nominati attraverso la raccomandazione di persone esperte invece del primo ministro, chiamati "anziani" o "ministri centrali". Per questo motivo, dalla fine del periodo Taisho all'inizio del periodo Showa, dalla fine del periodo Taisho all'inizio del periodo Showa, l'imperatore formulava raccomandazioni degli anziani riferite ai risultati delle elezioni generali e emanava il ordine dell'imperatore al capo del partito. Inoltre, nella scultura, tranne che una volta, le regole per la nomina di generali o luogotenenti in servizio attivo venivano utilizzate dai ministri dell'esercito e della marina, e spesso i militari intervenivano nelle sculture usando le regole. Inoltre, poiché l'esercito e la marina non erano soggetti all'autorità amministrativa, ma al potere di comando esercitato dall'imperatore, era inevitabilmente difficile per il gabinetto impegnarsi nella politica militare. Dopo la seconda guerra mondiale, fu promulgata una nuova costituzione, la Costituzione giapponese, e il Gabinetto divenne un'istituzione che esercitava poteri amministrativi nel nome e nella realtà. Inoltre, il Cabinet Act è stato emanato per sostituire il Cabinet Control.

Posizione

Il capitolo 5 della Costituzione del Giappone prevede il gabinetto. In quanto organo supremo incaricato del potere esecutivo, è un'istituzione alla pari dell'Assemblea nazionale (legislativa) e del tribunale (giudiziario) ai sensi della Costituzione. Responsabile solidale con l'Assemblea nazionale. adottare un sistema parlamentare. Il Primo Ministro è il capo del gabinetto. È garantito il diritto di nominare e revocare il Primo Ministro dalla carica di Ministro di Stato.

Doveri previsti dalla Costituzione

Articolo 73 Oltre agli altri compiti amministrativi generali, il Gabinetto svolge i seguenti compiti: Eseguire fedelmente la legge e servire come Primo Ministro. occuparsi delle relazioni diplomatiche. firmare un trattato. Tuttavia, è necessario ottenere l'approvazione dell'Assemblea nazionale in anticipo e, in alcuni casi, dopo l'approvazione.La conclusione di un trattato è compito del Gabinetto, ma per l'istituzione e l'effetto è necessaria l'approvazione dell'Assemblea nazionale del trattato per entrare in vigore. In linea di principio, è richiesta l'approvazione preventiva, ma è accettabile anche l'approvazione successiva. Preparare un bilancio e sottoporlo all'Assemblea nazionale. Promulgare ordinanze per l'attuazione delle disposizioni di questa Costituzione e degli atti. Tuttavia, un'ordinanza può imporre sanzioni solo se espressamente previsto dalla legge. Decisioni su ambasciatori, inviati speciali, commutazione, esenzione dall'esecuzione delle sentenze e reintegrazione. Articolo 6 (2) Nomina del Ministro della Suprema Corte Articolo 79, comma 1, e articolo 80, comma 1 Nomina dei giudici della Corte suprema e dei tribunali di primo grado

Titolo

Il ○○ Gabinetto è l'elezione della nomina del Primo Ministro