corte giapponese

Article

June 26, 2022

Un tribunale giapponese (日本の裁判所 Saibansho[*]) è un documento che descrive i tribunali che esercitano il potere giudiziario nel governo giapponese. La magistratura giapponese è un sistema unificato con la Corte Suprema del Giappone come apice, in cui tutti i sistemi giudiziari sono stabiliti in conformità con il Capitolo 6 "Diritto giudiziario" della Costituzione giapponese, senza distinzione tra governi locali e centrali o giurisdizione basata sul contenuto della causa Si caratterizza per l'appartenenza a

Configurazione

Costituzione giapponese. L'articolo 76, paragrafo 1, stabilisce che "tutti i poteri giudiziari spettano alla Corte suprema e ai tribunali inferiori stabiliti dalla legge". Pertanto, il tribunale è un'istituzione statale che esercita il potere giudiziario e la composizione del tribunale è disciplinata dalla legge sulla corte. Secondo la legge sulla Corte, esiste una corte suprema (abbreviata in Corte suprema) e una corte inferiore con giurisdizione sull'intero paese.

Corte Suprema

La Corte Suprema del Giappone è composta da un Ministro della Corte Suprema e da altri giudici della Corte Suprema. L'articolo 79 della Costituzione del Giappone non prescrive il numero dei giudici della Corte Suprema, ma delega il numero dei giudici alla legge è composta da 15 giudici. Il Presidente della Corte Suprema è nominato dal Gabinetto e nominato dall'Imperatore ai sensi dell'articolo 6, paragrafo 2 della Costituzione, e i giudici della Corte suprema sono nominati dal Gabinetto ai sensi dell'articolo 79, paragrafo 1, della Costituzione . Conformemente all'articolo 79, paragrafo 2, della Costituzione, la determinazione della sfiducia è condotta sotto forma di voto favorevole o contrario alla prima elezione generale della Camera dei rappresentanti (Camera dei rappresentanti) dopo la nomina del Gabinetto . I giudici della Suprema Corte non hanno limiti di mandato, ma hanno un'età pensionabile. L'articolo 50 della legge sulla Corte stabilisce che l'età pensionabile dei giudici della Corte suprema è 70 anni.

Tribunale di primo grado

I tribunali inferiori della magistratura giapponese sono l'Alta Corte (abbreviata in Kojae), la Corte distrettuale (Corte intellettuale), il Tribunale della famiglia (Cajae) e il Tribunale semplice (Ganjae). I giudici delle corti inferiori nomineranno il capo dell'alta corte come ministro dell'alta corte e gli altri giudici saranno giudici, giudici ausiliari o giudici della corte semplificata (accordo). L'Alta Corte può stabilire succursali (articolo 22). Inoltre, i tribunali regionali e i tribunali della famiglia possono avere succursali o succursali (articoli 31 e 31-5). Nell'aprile 2005, l'Alta corte della proprietà intellettuale (abbreviata Corte suprema della proprietà intellettuale) è stata istituita come un ramo speciale dell'Alta corte di Tokyo come tribunale specializzato in casi relativi ai diritti di proprietà intellettuale. I giudici dei tribunali di grado inferiore sono nominati dal Consiglio dei Ministri secondo l'elenco nominato dalla Corte di Cassazione (art. 80, comma 1 Cost.) e durano in carica dieci anni, e sono rieleggibili. L'età pensionabile è 65 anni, ma l'età pensionabile è estesa a 70 anni quando presta servizio come giudice anziano in un tribunale semplificato. Ad aprile 2006, il numero di tribunali è il seguente: Corte Suprema 1° Ufficio 8 Uffici dell'Alta Corte (6 rami dell'Alta Corte, 1 Ufficio dell'Alta Corte della proprietà intellettuale) Ufficio del tribunale distrettuale 50 (ufficio della filiale 203) 50 Uffici del Tribunale della Famiglia (Ufficio Branch 203, Ufficio Branch 77) 438 Ufficio del Tribunale

Amministrazione giudiziaria

La funzione amministrativa di funzionamento e gestione dei tribunali è denominata amministrazione giudiziaria. La Costituzione del Giappone concede la maggior parte dell'autorità per svolgere l'amministrazione giudiziaria, compresa l'emanazione delle norme della Corte Suprema, alla Corte Suprema e ad altri tribunali (articoli 77(1), 80 e 78 della Costituzione) e alla Corte Act. Articolo 64, articolo 83, paragrafo 1, ecc.). In linea di principio, gli affari amministrativi giudiziari sono condotti da una riunione di giudici. La Corte Suprema ha la massima autorità di controllo sull'amministrazione giudiziaria (Articolo 80 della Court Court Act).