Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite

Article

June 25, 2022

Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite è un'agenzia delle Nazioni Unite responsabile della pace e della sicurezza degli Stati membri. In Corea del Sud, è abbreviato in Consiglio di sicurezza (安保理). A differenza di altre agenzie delle Nazioni Unite che possono solo consigliare i governi membri, le decisioni del Consiglio di sicurezza devono essere attuate dagli Stati membri in conformità con la Carta delle Nazioni Unite.

Ruolo del Consiglio di Sicurezza dell'ONU

Il ruolo del ruolo comune delle Nazioni Unite in materia di sicurezza internazionale è definito nella Carta delle Nazioni Unite, che autorizza il Consiglio di sicurezza a indagare su situazioni che minacciano la pace internazionale. In altre parole, raccomanda procedure che possano risolvere pacificamente le controversie internazionali. Esercitare i poteri del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite chiedendo ad altri Stati membri di interrompere in tutto o in parte le relazioni economiche o di interrompere le relazioni diplomatiche, nonché le comunicazioni aeree, postali e radio. In particolare, i poteri del Consiglio di sicurezza dell'ONU sono vasti e possono essere applicati militarmente o con qualsiasi mezzo necessario. Il Consiglio di sicurezza svolge anche la funzione di raccomandare un nuovo Segretario generale delle Nazioni Unite attraverso l'Assemblea generale e di raccomandare nuovi paesi per l'adesione agli Stati membri delle Nazioni Unite.

Elenco degli Stati membri

Il Consiglio di sicurezza è composto da 15 paesi, di cui 5 membri permanenti (USA, Regno Unito, Francia, Russia e Cina) e 10 membri non permanenti con mandato biennale.

Membri effettivi e non permanenti

Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite è composto da membri permanenti e 10 membri non permanenti di 5 delle 50 ex potenze alleate della seconda guerra mondiale. Il potere di veto dei membri permanenti non può essere limitato a meno che lo statuto non venga modificato e anche questo emendamento costituzionale ha diritto di veto. Pertanto, si fa notare che il problema più grande del Consiglio di Sicurezza è che nessun problema viene risolto se i membri permanenti dei membri permanenti non sono d'accordo. Inoltre, vi sono critiche da parte dei membri non permanenti sul motivo per cui solo 5 delle 50 potenze alleate che hanno partecipato alla seconda guerra mondiale erano membri permanenti. Tra le potenze alleate dell'epoca, Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia e Unione Sovietica erano chiaramente potenze vittoriose contro le potenze dell'Asse, ma la Repubblica di Cina, che non era stata attiva sotto il dominio imperiale giapponese, divenne un membro permanente del Consiglio di Sicurezza dell'ONU è molto apprezzato in quanto a causa del contenimento statunitense dell'Unione Sovietica Paesi come Germania e Giappone stanno tentando di acquisire lo status di membri permanenti per le critiche degli Stati membri, ma la riorganizzazione della Sicurezza Il Consiglio non è stato ancora svolto perché la costituzione del Consiglio di Sicurezza richiede un emendamento costituzionale. Nel caso della Repubblica popolare cinese, è diventata un membro permanente nonostante l'opposizione della Repubblica di Cina (Taiwan) secondo la risoluzione 2758 dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite adottata alla 26a Assemblea generale delle Nazioni Unite nell'ottobre 1971.

Consiglio non permanente

La durata di un membro non permanente è di due anni ed è possibile la riconferma, ma non è possibile la riconferma. All'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, la metà dei membri viene rieletta ogni anno a scrutinio segreto dagli Stati membri. L'elezione richiede una maggioranza di due terzi e, se non c'è un paese, viene espresso un secondo voto. Brasile e Giappone sono stati eletti 10 volte, il che li rende i paesi più eletti al mondo. Occupa tre posti in Africa, due posti ciascuno in America Latina e Asia, un posto nell'Europa orientale e due posti nell'Europa occidentale e nel resto del mondo. Delle cinque posizioni in Asia e Africa, quattro sono riservate ai non arabi e una ai paesi arabi, in alternanza tra Asia occidentale e Nord Africa.

Riforma del Consiglio di Sicurezza

Germania, India, Giappone, Brasile