incidente Watergate

Article

June 27, 2022

Lo scandalo Watergate fa riferimento a una serie di eventi avvenuti negli Stati Uniti per due anni, dal 1972 al 1974. È stato uno scandalo politico derivante dall'abuso di potere, compreso il caso delle intercettazioni e il movimento organizzato dell'amministrazione statunitense per negare e coprilo. Il nome dell'incidente deriva dal Watergate Hotel di Washington, DC, dove si trovava l'allora sede del Comitato Nazionale Democratico. In un primo momento, Nixon e la Casa Bianca aderirono all'atteggiamento secondo cui "l'intrusione non aveva nulla a che fare con il regime", ma nell'agosto 1974, quando fu pubblicato un nastro intitolato "Smoking Gun", l'ultimo dei suoi stretti collaboratori lo lasciò. Nixon si è dimesso dalla presidenza il 9 agosto 1974, quando il voto di impeachment era certo. È diventato il primo e unico presidente nella storia degli Stati Uniti a dimettersi durante un mandato.

Avanzamento dell'evento

Rilevato caso di intercettazione

Il 17 giugno 1972, Frank Wills, una guardia di sicurezza del Watergate Hotel di Washington, DC, trovò uno strano nastro legato alla porta tra il parcheggio e il retro delle scale in fondo all'edificio. All'inizio pensava che il bidello avesse registrato il nastro mentre la porta era aperta perché la chiave non era chiusa a chiave, ma subito dopo aver sospettato che qualcun altro stesse legando il nastro, ha avvisato la polizia di Washington della violazione di domicilio. All'arrivo, la polizia ha arrestato cinque uomini come attuali delinquenti che sono entrati nell'ufficio del Comitato Nazionale degli Stati Uniti d'America, situato nello stesso hotel. I cinque sono Virgilio González, Bernard Barker, James W. McCord, Jr. Eugenio Martínez e Frank Sturgis. Successive prove fotografiche rivelano che avevano fatto irruzione nello stesso ufficio tre settimane fa e che l'irruzione era per reinstallare un dispositivo di intercettazione non funzionante. È stato anche un errore da parte dell'autore irrompere nello stesso ufficio due volte, ma un errore più fatale è stato quello di essere stato arrestato dalla polizia con un taccuino contenente le informazioni di contatto della Casa Bianca di E. Howard Hunt, Jr.. sarà. Hunt aveva precedentemente fatto parte del Comitato per la rielezione del presidente (CREEP o CRP), quindi era pienamente consapevole del coinvolgimento degli assistenti del presidente Nixon in questo crimine. L'addetto stampa del presidente Nixon, Ronald Louis "Ron" Ziegler, ha detto che si trattava di "solo un furto di terza categoria" e non aveva nulla a che fare con la Casa Bianca. Durante l'interrogatorio, è stato rivelato che McCord era un ex dipendente della CIA e capo della sicurezza del comitato presidenziale per la rielezione. Al J. Silverd, assistente del procuratore distrettuale di Washington, ha iniziato a indagare sul rapporto di McCord con la CIA e ha scoperto che aveva ricevuto fondi da un comitato per la rielezione presidenziale. A quel tempo, il giornalista del Washington Post Bob Woodward, insieme al collega Carl Bernstein, iniziò un'indagine indipendente e pubblicò diversi fatti relativi all'incidente sul giornale. Ciò che l'FBI e altri investigatori del governo sapevano già, ma l'articolo ha portato lo scandalo Watergate alla ribalta, mettendo il presidente Nixon ei suoi stretti collaboratori in un angolo. Conosciuto anche come Gola Profonda, che ha fornito informazioni riservate a Woodward, nell'incidente è stata coinvolta una figura di alto rango non identificata.