contenuto aperto

Article

June 28, 2022

[[File:Open_content_norm.svg|Linkhttps://en.wikipedia.org/wiki/%ED%8C%8C%EC%9D%BC:Open_content_norm.svg%7CThumbnail%7C[[Open Content Project]] logo (1998)]] Il contenuto aperto è un concetto creato estendendo il concetto di open source e si riferisce a uno stato in cui opere creative come frasi, immagini e musica possono essere condivise e utilizzate dal pubblico. Può essere visto come una condivisione legalmente protetta e si riferisce a una creazione che non impone restrizioni alla riproduzione, distribuzione o modifica o alla creazione stessa. Non addebitiamo diritti d'autore separati per le opere e, in alcuni casi, vengono poste restrizioni all'uso commerciale o alla ridistribuzione.Come nel caso di "open source" e "software libero", alcuni contenuti aperti sono anche chiamati contenuti gratuiti, ma rigorosamente parlando, c'è una differenza. L'uso o la distribuzione di contenuto aperto può essere limitato in base ai termini della licenza. Questo deriva da una differenza di posizione, se garantire la massima libertà di tutti gli utenti o la massima libertà del creatore del contenuto. Wikipedia, Wikibook, ecc. stanno rilasciando i loro contenuti come contenuti aperti.

Storia

Il concetto di concedere brevetti di software libero ai contenuti è stato introdotto nel 1994 da Mitchell Shirt, quando ha presentato il suo articolo "Public Copyright Granting Non-Software Information" al progetto GNU. Il termine "contenuto aperto" è stato coniato da David A. Wiley nel 1998 e diffuso attraverso l'Open Content Project. In questo progetto sono state introdotte opere brevettate in termini simili alle opere brevettate in base a un brevetto a contenuto aperto (Brevetto a distribuzione equa non gratuita, vedere l'articolo Contenuti gratuiti di seguito), termine che si riferisce a un tipo più ampio di contenuto. Il grado di apertura del contenuto si basa sul grado in cui il contenuto può essere riutilizzato, rivisto, remixato e ridistribuito da altri membri della società senza violare le leggi sul copyright. A differenza del contenuto gratuito e del contenuto con licenze open source, non esiste una soglia chiara da raggiungere per soddisfare i requisiti del "contenuto aperto". Sebbene il contenuto aperto sia stato definito un compromesso del copyright, le licenze del contenuto aperto si basano sul potere dei detentori del copyright di concedere in licenza il proprio lavoro, in modo simile al copyleft, che utilizza il copyright a questo scopo. Nel 2003 Wiley ha dichiarato che il progetto di contenuto aperto a cui ha partecipato come "ufficiale di licenza educativo" è stato ereditato da Creative Commons e le loro licenze. Nel 2005, le informazioni sul prodotto per le applicazioni di e-commerce sono state create e pubblicate sotto la Open Content License. Avviato il progetto Open Icecat. Questo è stato accolto con entusiasmo dalla comunità tecnologica già abbastanza familiare con l'open source. Nel 2006, il progetto successore di Creative Commons per occuparsi dei contenuti gratuiti è stata la definizione di un'opera culturale gratuita presentata da figure come Eric Möller, Richard Stallman, Lawrence Resig, Benjamin Marco Hill e Angela Beasley. La definizione di lavoro culturale libero è stata utilizzata dalla Wikimedia Foundation. Nel 2008, la Creative Commons License è stata elencata come "Licenza per opere culturali gratuite" tra le altre licenze. [[File:OK_LOGO_COLOUR_RGB.svg|Linkhttps://en.wikipedia.org/wiki/%ED%8C%8C%EC%9D%BC:OK_LOGO_COLOUR_RGB.svg%7CThumbnail%7C107x107Pixel%7C[[Apri scherzo] �