Estonia

Article

August 14, 2022

L'Estonia (estone: Eesti [ˈeːsʲti] sentire, culturale: Estonia) si trova nell'Europa settentrionale, confina con il Mar Baltico a nord e ad ovest, la Russia a est e la Lettonia a sud. La capitale è Tallinn. Il suo nome ufficiale è Repubblica di Estonia (estone: Eesti Vabariik). Dichiarò l'indipendenza durante la prima guerra mondiale, ma fu occupata e annessa con la forza dall'Unione Sovietica nel 1940. Cinquant'anni dopo, i movimenti indipendentisti, tra cui la Rivoluzione Song e la Via Baltica e lo scioglimento dell'Unione Sovietica, ripristinarono la sovranità il 20 agosto 1991 e divennero una repubblica. È entrato a far parte dell'Unione Europea il 1 maggio 2008. Situata nella parte più settentrionale degli Stati baltici, la terra ghiacciata è bassa e pianeggiante. Il clima è umido e le foreste, le zone umide e i pascoli sono molto grandi. La composizione etnica è per il 65% estone. La lingua ufficiale è l'estone. Il Parlamento è un sistema unicamerale ed è eletto direttamente per un mandato di quattro anni. Confina con la Finlandia e la Svezia lungo il Mar Baltico. In Finlandia, l'Estonia è talvolta chiamata "Viro".

Storia

L'Estonia è stata la terra degli estoni, un popolo uralico che parla fin dall'antichità la lingua ugro-finnico, e aveva anche relazioni con il popolo baltico della Livonia. Nel medioevo fu conquistata e cristianizzata nel 1227 dalla spedizione in Livonia dei Cavalieri tedeschi di Fratres militiae Christi. Successivamente fu governata dalla Danimarca, ma a seguito della guerra russo-svedese nel XVII secolo fu trasferita in Svezia. Dal 18° secolo passò sotto il dominio dell'Impero russo.Dall'inizio del 19° secolo iniziò l'era di rinascita nazionalista chiamata Ärkamisaeg e si levò voci a favore dell'indipendenza nazionale. Dopo la caduta della Russia zarista nella Rivoluzione d'Ottobre, l'Estonia divenne uno stato indipendente il 24 febbraio 1918. Nel 1934, Konstantin Päts, il primo primo ministro, lanciò un colpo di stato e il 23 agosto 1939 l'Unione Sovietica firmò l'accordo segreto Ribentrop-Molotov con la Germania nazista, un protocollo segreto in cui l'Europa centrale era divisa tra la Germania e l'Unione Sovietica Unione Nello stesso protocollo in cui è stata creata, l'Estonia è stata riconosciuta come sotto la sfera di influenza sovietica. I sovietici occuparono l'Estonia a metà giugno 1940 e il personale sovietico del Comitato popolare degli interni fece irruzione nei posti di frontiera estoni:20 espulse le forze estoni e le sostituì con quadri sovietici:20 Nelle elezioni per i funzionari pubblici, c'era solo un candidato su lista, ma l'elezione si è svolta in nome della liberazione dalla dittatura, e nel risultato ufficiale delle elezioni, il candidato filosovietico ha ottenuto il 92,8% dei voti.Chiesto di entrare in Unione Sovietica, e con l'approvazione del Unione Sovietica, fu incorporata nell'Unione Sovietica come Repubblica Socialista Sovietica Estone il 6 agosto 1940.:21 La comunità internazionale criticò l'annessione sovietica dei tre Stati baltici come illegale:117 L'Estonia fu occupata dalle forze naziste tedesche dalla fine di giugno 1941-1944. L'indipendenza è stata ripristinata il 20 agosto 1991 a causa della Rivoluzione Song e del crollo dell'Unione Sovietica, e il 20 agosto è designato come festa nazionale in Estonia. Dopo che l'esercito sovietico ha lasciato l'Estonia il 31 agosto 1994, l'Estonia ha compiuto sforzi per normalizzare le relazioni con l'Europa occidentale, con l'Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO) il 29 marzo 2004 e con l'Unione Europea (UE) il 1 maggio 2004 L'euro è stato adottato come valuta ufficiale il 1 gennaio 2011. Nel 2012, l'Estonia ha introdotto il primo sistema di voto tramite cellulare al mondo.