Irlanda

Article

July 3, 2022

L'Irlanda (irlandese: Éire, inglese: Irlanda) è uno stato insulare situato nelle isole britanniche nell'Europa nord-occidentale, che occupa la maggior parte dell'isola d'Irlanda. La parola Irlanda può essere confusa con il suo significato geografico (Irlanda) e ci sono molti casi in cui è usata come nome della Repubblica d'Irlanda (irlandese: Poblacht na hÉireann; inglese: Republic of Ireland [*]) . All'interno dell'isola d'Irlanda, si affaccia sul Regno Unito (Irlanda del Nord) a nord-est, sul Mare d'Irlanda a est e sull'Oceano Atlantico a ovest. La sua popolazione è di circa 5 milioni ed è membro dell'Unione Europea (UE), dell'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) e delle Nazioni Unite (ONU), che adotta un sistema parlamentare.Dal 2011, ha un PIL nominale pro capite di circa 47.000 dollari, ed è il secondo paese sviluppato al mondo per indice di sviluppo umano.Tuttavia il salario effettivo non è elevato e lo stipendio iniziale per i laureati è di circa 24.000 euro a partire dal 2010, il il più basso nell'Europa occidentale e questo è il 75% del Regno Unito.

Storia

I Galli francesi giunsero in Irlanda intorno al V secolo aC e si stabilirono con i gaelici, poi arrivarono i Britanni, che erano stati cacciati dagli anglosassoni dalla Gran Bretagna. Nel V secolo, San Patrizio portò il cristianesimo in Irlanda. Il giorno di San Patrizio è la più grande festa in Irlanda. I Vichinghi invasero l'Irlanda dall'VIII secolo all'inizio dell'XI secolo. Successivamente, le invasioni vichinghe si placarono. Tuttavia, nel 1066, i Normanni invasero e conquistarono l'Inghilterra anglosassone e divennero re d'Inghilterra, espandendo il loro potere fino al 1172 in Irlanda sud-orientale Invasero l'Irlanda con il pretesto di chiedere aiuto al Regno di Renster. Tuttavia, gli irlandesi resistettero e cacciarono lentamente i Normanni. Nel 1534, Enrico VIII della dinastia normanna lanciò una vera e propria invasione dell'Irlanda, stabilì il trono d'Irlanda nel 1542 e prestò servizio come re d'Inghilterra stesso, completamente subordinato ad essa sotto forma di alleanza con l'Inghilterra. La storia dell'Irlanda del Nord è anche una storia di conflitti religiosi.I conflitti religiosi dell'Irlanda del Nord iniziarono nel 18° secolo quando i presbiteriani scozzesi immigrarono in Irlanda dopo l'invasione di Oliver Cromwell nel 17° secolo e li opprimerono. Pertanto, gli irlandesi furono discriminati e oppressi dai protestanti dall'Inghilterra, e questo malcontento esplose in lotte armate come la rivolta di Pasqua (1916) e la formazione dell'esercito repubblicano irlandese.Quello che cercarono di stabilire era dovuto al duro dominio di gli irlandesi dai protestanti in Inghilterra, ma i proprietari terrieri cercarono di proteggere le loro proprietà cambiando la denominazione da cattolicesimo a presbiterianesimo. Il governo britannico, che ha gettato le basi per il dominio irlandese attraverso il governo indiretto attraverso la Confederazione dell'Est, sperava di schiacciare la crescente volontà di indipendenza dell'Irlanda dopo la Rivoluzione francese.Nel 1801 l'Irlanda fu completamente occupata dagli inglesi. Una grande carestia a metà del 1800 portò la popolazione irlandese da circa 8,5 milioni a 6,6 milioni, e molti emigrarono all'estero, compresi gli Stati Uniti.Dopo la rivolta di Pasqua del 1916 e la guerra anglo-irlandese, il Trattato anglo-irlandese del 1921 a sud dei 32 stati irlandesi è diventato indipendente come Irish Free States firmando il