Ayman al-Zawahiri

Article

August 17, 2022

Ayman al-Zawahiri (in arabo: أيْمَنْ مُحَمَّدْ رَبِيعْ الظَوَاهِرِي‎ Ayman Muhammad Rabi ad-Zawahiri[*]; . Da quando bin Laden è morto il 1 maggio 2011, è diventato il leader numero uno di al Qaeda. Poiché era un chirurgo in Egitto, è anche chiamato Dr. Al-Zawahiri. Parla arabo, inglese e francese. Il 6 dicembre 2001, Mohammed Atef, comandante delle operazioni di al Qaeda, è morto a Kabul, capitale dell'Afghanistan, seguito dalla morte di dirigenti chiave, tra cui al-Zawahiri, il secondo in comando e coordinatore del 9/ 11 attacchi. Il 18 marzo 2004, è stato riferito dalla CNN che al-Zawahiri, di una prestigiosa famiglia egiziana, sarebbe stato presto arrestato, con una taglia di 25 milioni di dollari in palio come consigliere capo e medico personale del leader di al-Qaeda Osama bin Laden. assedio con questo elicottero armato e migliaia di soldati, al-Zawahiri, che è noto per essere scortato da 200 uomini, non è mai stato arrestato.Il 9 settembre 2007, l'esperto di antiterrorismo Bruce Hoffman, professore alla Georgetown University "Ora, la persona Gli Stati Uniti dovrebbero temere di più non bin Laden, ma Zawahiri", ha detto. Il 27 agosto 2008, Foreign Policy, una rivista diplomatica statunitense, ha selezionato il primo ministro russo Vladimir Putin, il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad, il primo ministro cinese Wen Jiabao, il vicepresidente degli Stati Uniti Dick Cheney e Al-Zawahiri come "le due persone più influenti del mondo" . Il 31 luglio 2022 è stato ucciso da un attacco missilistico con droni condotto dalla CIA statunitense nell'ambito di un'"operazione antiterrorismo" in un nascondiglio nella regione di Sherpur a Kabul, in Afghanistan.

Note a piè di pagina

Vedi anche

Fondamentalismo islamico Guerra in Iraq Osama Bin Laden Al Qaeda Terrore dell'11 settembre Saddam Hussein Muhammad Said Al-Saharf

Riferimenti

Gilles Kepel e Jean-Pierre Milelli, Al Qaeda con parole proprie, Harvard University Press, Cambridge e Londra, ISBN 978-0-674-02804-3. (Francese) Ayman al-Zawahiri, L'absolution, Millelli, Villepreux, ISBN 978-2-916590-05-9 (ultimo libro di Al-Zawahiri)