Via Lattea di Avignone

Article

August 13, 2022

La cattività di Avignone si riferisce all'evento del XIV secolo quando il papato della Chiesa d'Occidente fu trasferito da Roma ad Avignone, nel sud della Francia, e vi rimase dal 1309 al 1377. È un'espressione usata per paragonare l'antico esilio ebraico a Babilonia. Rimasero per circa 70 anni, durante i quali tutti e sette i papi vissero ad Avignone. Nel 1377, papa Gregorio XI trasferì il palazzo pontificio a Roma, ponendo fine all'esilio avignonese, poiché l'opinione pubblica sul fatto che il papato dovesse essere trasferito a Roma divenne nuovamente popolare in Europa.

Trascorso

Durante il conflitto tra Filippo IV e papa Bonifacio VIII, il 7 settembre 1303, le truppe francesi attaccarono il papa nella sua villa ad Anani, in Italia. Shiara di Colonna, prigioniera di papa Bonifacio VIII, fu duramente maltrattata e picchiata. Il Papa, che soffrì per il dolore fisico ed emotivo di questo incidente, morì un mese dopo. I papi successivi furono burattini del re Filippo IV di Francia. Nel 1305, il cardinale francese Bertrand salì al trono come papa Clemente V e, su richiesta di Filippo IV, trasferì il papato nel sud della Francia nel 1308 e si stabilì ad Avignone nel 1309. Mentre si preparava per il Concilio (fr) , la penisola italiana fu invasa da Enrico VII del Sacro Romano Impero (1310–1313) e il papa non poté tornare in Italia e alla fine rimase in Francia. A quel tempo Avignone non era territorio del Regno di Francia, ma feudo del Conte di Provenza, vassallo del Papa. Durante l'esilio avignonese furono nominati numerosi cardinali francesi e anche il papa era francese. L'umanista italiano Francesco Petrarca, nominato sacerdote o inviato da papa Clemente VI durante il suo soggiorno ad Avignone, era furioso per la corruzione del Vaticano e per l'assenza del papa da Roma. Fece appello al papa perché tornasse a Roma e nelle sue opere Avignone fu dipinta come la Babilonia dell'Occidente. Nel 1377 papa Gregorio XI tornò a Roma, ponendo fine all'esilio. Tuttavia, subito dopo, si verificò un evento chiamato "Grande spaccatura della Chiesa d'Occidente (1378-1417)". Alla morte di Gregorio XI l'anno successivo, nel 1378, salì al trono a Roma il neoeletto papa Urbano VI. Tuttavia, sorsero seri conflitti tra il nuovo papa ei cardinali filofrancesi. I cardinali filofrancesi si sono riuniti ad Anani per dichiarare nullo il conclave e per trasferirsi a Pondi. Clemente VII tentò di rovesciare con la forza Urbano VI, ma fallì e, quando la situazione divenne sfavorevole, si trasferì ad Avignone. Ad Avignone fu creata una nuova organizzazione papale. Di conseguenza, si verificò un grande scisma nella Chiesa d'Occidente, dove il Papa coesisteva sia a Roma che ad Avignone.

Papa nel Passaggio di Avignone

Papa Clemente V (1305-1314) Papa Giovanni XXII (1316-1334) Papa Benedetto XII (1334–1342) Papa Clemente VI (1342–1352) Papa Innocenzo VI (1352–1362) Papa Urbano V (1362–1370) Papa Gregorio XI (1370-1378)

Vedi anche

L'umiliazione di Canosa Università di Seogu

Note e riferimenti

dizionario papale dizionario papale di Oxford Enciclopedia Doosan

Collegamenti esterni

Wikimedia Commons ha file multimediali relativi alle acque di Avignone. Cascata di Avignone - Enciclopedia mondiale di Doosan