Incidente di esplosione di una miniera di carbone di Soma

Article

May 29, 2022

Il Soma Coal Mine Explosion Accident (turco: 2014 Soma kömür madeni faciası) è un incidente avvenuto il 13 maggio 2014, quando si è verificata un'esplosione nel seminterrato di una miniera di carbone a Soma, nella provincia di Manisa, in Turchia. Quel giorno è scoppiato un incendio in una miniera di carbone di proprietà di Soma Kömur Ishletmeleri A.Ş., il più grande produttore di carbone della Turchia. L'incendio è stato causato da un'esplosione e si presume che la causa dell'esplosione sia stata un'installazione elettrica nella miniera di carbone. Il numero esatto di minatori sotterranei all'epoca non era noto perché durante un turno di lavoro nella miniera di carbone scoppiò un incendio, ma si stima che fossero più di 800. Nell'incendio sono morte almeno 200 persone.Il 17 maggio il ministro dell'Energia ha affermato che l'operazione di salvataggio è stata completata in cinque giorni. Il bilancio delle vittime finale è stato di 301. Tuttavia, i residenti e i sindacati locali hanno protestato perché il governo aveva ridotto il numero delle vittime. Il primo ministro turco Recep Tayyip Erdogan ha detto a un giovane sul luogo dell'incidente: "Gli incidenti sono accaduti e questa è la provvidenza di Dio". L'incidente ha scatenato proteste anti-governative in tutta la Turchia. L'esplosione della miniera di carbone di Soma nel 1992 è stata registrata come il peggior incidente in una miniera di carbone che ha causato la peggiore perdita di vite umane, con più di 263 persone uccise nell'incidente della miniera di carbone a Jongguldak al largo della costa del Mar Nero.

Note a piè di pagina