libertà di pensiero

Article

October 3, 2022

La libertà di pensiero (思想-自由, Libertà di pensiero) si riferisce alla libertà di un individuo di mantenere o pensare a un fatto, un punto di vista o un'idea, indipendentemente dalle opinioni degli altri. È distinto, ma strettamente correlato al concetto di libertà di espressione. E libertà di coscienza (良心-自由) significa libertà di agire secondo la propria coscienza senza essere soggetti a vincoli esterni. Al fine di garantire che l'attività mentale di una persona non sia vietata o imposta dalla legge, essa è garantita nelle costituzioni di vari paesi come uno dei diritti umani fondamentali. La Repubblica di Corea è sancita dall'articolo 19 della Costituzione. Poiché "libertà di pensiero" e "libertà di coscienza" sono inseparabilmente correlate tra loro, a volte vengono chiamate "libertà di pensiero e coscienza".

Pensiero e coscienza

Poiché tutte le attività umane derivano dalle attività mentali umane, senza libertà di pensiero e di coscienza tra le libertà umane, anche la libertà di espressione e le altre libertà spirituali ed economiche perdono la loro base di esistenza. La libertà umana è il fondamento di tutta la libertà umana e si ritiene che debba essere rispettata in modo più rigoroso rispetto alle altre libertà. Considerazioni sulla proposta (emendamento) dei Rep. Jo Bong-am e Seo Yong-gil, che "la libertà di pensiero e la libertà di coscienza dovrebbero essere distinte e specificate" rispetto alle disposizioni sulla libertà di fede e di coscienza (art. 12) quando la Costituzione fu promulgata nel 1948 C'era una contro-argomentazione secondo cui era stato sollevato lo stile di ideologia e azione antistatale "Viva Kim Il-sung, lunga vita a Stalin", ma la libertà di pensiero è stata comunque specificata.

Opinione politica

L'opinione pubblica sulla politica è talvolta chiamata semplicemente opinione politica. Nel processo politico della democrazia, un'opinione politica è un'opinione opposta che può essere argomentata e un'idea che ha il potenziale di persuasione razionale. In altre parole, il consenso non può essere raggiunto se non sono possibili consultazioni e compromessi. Pertanto, va detto che cose come credenze e convinzioni devono provenire da un'autorità assoluta a meno che non si verifichi violenza e sono al di fuori dell'ambito delle opinioni politiche. In questo senso si distinguono il cosiddetto 'consenso' (consenso di base) e l'opinione pubblica o opinione politica. La prima è senza dubbio alla base della società e può essere ottenuta basandosi sul consenso della seconda.

Vedi anche

libertà del corpo libertà di coscienza libertà di parola Libertà di religione libertà di riunione e di associazione Libertà di espressione legge antidiscriminazione

Note a piè di pagina