Brasile

Article

June 28, 2022

La Repubblica Federale del Brasile (portoghese brasiliano: República Federativa do Brasil), o in breve Brasile (portoghese brasiliano: Brasil Brasil), è una repubblica federale situata in Sud America. Il Brasile è il paese più grande del Sud America, il quinto al mondo per area e il sesto paese più popoloso al mondo con una popolazione di oltre 210 milioni. La capitale è Brasilia e la città più grande è San Paolo. È composto da 26 stati e un distretto federale. È l'unico paese delle Americhe in cui il portoghese è la lingua ufficiale ed è il più grande paese di lingua portoghese al mondo. È considerato uno dei paesi con la maggiore diversità etnica ed è ricco di cultura grazie agli immigrati provenienti da tutto il mondo. È anche il paese con la più grande popolazione cattolica romana. Il Brasile, che si affaccia sull'Oceano Atlantico, ha una linea costiera di 7.491 km ed è talmente vasto da confinare con tutti i paesi sudamericani ad eccezione dell'Ecuador e del Cile, coprendo il 47,3% dell'intero continente sudamericano. Il Brasile ha una delle foreste pluviali tropicali più grandi del mondo, la foresta pluviale amazzonica, e ha l'ecosistema più ricco del mondo e ha un grande potenziale di sviluppo in quanto è ricco di risorse naturali. Poiché il Brasile ha una delle più grandi foreste pluviali del mondo, ci sono molti conflitti tra lo sviluppo e la conservazione di queste foreste pluviali in tutto il mondo. Fino all'arrivo di Pedro Alvarez nel 1500, numerose tribù vivevano in Brasile. Successivamente, i portoghesi fondarono l'impero portoghese e governarono il Brasile e governarono come colonia fino al 1808, quando la capitale dell'impero fu trasferita da Lisbona a Rio de Janeiro. Nel 1815, il Brasile fu trasformato da colonia in regno e nel 1822 fu proclamato l'impero brasiliano e ottenne l'indipendenza. L'impero brasiliano era una monarchia costituzionale con un parlamento e nel 1824 fu finalmente formato un parlamento bicamerale. Nel 1889 ebbe luogo un colpo di stato militare e il Brasile divenne una repubblica presidenziale. Un regime militare autoritario è salito al potere nel 1964 e ha governato il Brasile fino al 1985, dopo di che è subentrato il governo civile, trasformando il paese in una repubblica federale democratica. Per disperdere la popolazione concentrata nelle zone costiere, la capitale fu trasferita da Rio de Janeiro, sulla costa sud-occidentale, che fu anche capitale del Portogallo all'inizio del XIX secolo, a Brasilia, nell'interno centrale, nel 1960. È la patria della samba e del carnevale, ed è anche famosa come una centrale elettrica del calcio. Grazie alla sua vasta storia e cultura, il Brasile è anche il paese con il 13° maggior numero di siti del patrimonio mondiale dell'UNESCO nel mondo. La Banca Mondiale classifica il Brasile come un paese industriale emergente e una delle maggiori economie dell'America Latina. Si colloca al nono posto nel mondo in termini di PIL nominale e all'ottavo in termini di PPA. Sulla base della vastità dei terreni agricoli, è emerso come il più grande produttore mondiale di caffè negli ultimi 150 anni ed esporta enormi quantità di cibo. Il Brasile è una potenza regionale ed è talvolta classificato come una potenza media nella comunità internazionale. Alcuni analisti ritengono che il Brasile emergerà come una potenza del futuro grazie alla crescita dell'economia e della popolazione. Il Brasile è un paese fondatore delle Nazioni Unite ed è membro del G20, dei BRICS, del Mercosur, dell'Organizzazione delle Americhe e della Comunità dei paesi di lingua portoghese.

Storia