buddismo

Article

June 30, 2022

Il buddismo (inglese: buddismo; sanscrito: बौद्ध धर्म) è una religione indiana fondata nel VI secolo a.C. da Siddhartha Gautama. Il buddismo è il suo insegnamento, ed è anche una religione che insegna che si realizzerà la verità e si diventerà un Buddha (Buddha/persona illuminata). In particolare, lo scopo dell'insegnamento è essere liberi dalla sofferenza o raggiungere uno stato di essere liberi dalla sofferenza, che è diverso dall'insegnamento che Lao-tzu diceva che non c'è modo che possa essere espresso concretamente. Può essere suddiviso in Buddismo Sangjwa e Buddismo Mahayana Negli ultimi 2.500 anni, il Buddismo ha avuto tradizioni religiose diverse e complesse. Tuttavia, il buddismo può generalmente essere spiegato come costituito dai tre tesori del Buddha come riforma, del Dharma come insegnamento e della comunità che lo segue. Sono diversi perché liberazione o nirvana significa liberazione come descritto sopra, e prana o nirvana significa saggezza. Raggiungere l'illuminazione è come raggiungere il Nirvana. Nelle scritture buddiste, il Nirvana Sutra, questo punto di vista è espresso chiaramente. Il buddismo in Corea è stato introdotto attraverso la Cina durante il periodo dei Tre Regni. Il buddismo in Cina fu introdotto durante la dinastia Han e le scritture buddiste furono successivamente tradotte in cinese come progetto personale o nazionale. Oltre ai Sutra di Aham, i Sutra Phanya e Mahayana furono tradotti e distribuiti in gran numero contemporaneamente. Si può dire che il buddismo basato sulla traduzione coreana delle scritture sia la base del buddismo dell'Asia orientale (buddismo settentrionale) in Cina, Corea e Giappone. I buddisti coreani recitano tradizionalmente la versione coreana delle scritture, il Tripitaka Koreana. Negli ultimi anni è attivamente in corso anche la traduzione coreana delle prime scritture buddiste tramandate nel sud. Un notevole livello di lavoro di traduzione Nikaya è già stato svolto in Inghilterra per circa un secolo.

Storia del Buddismo

Origini della prospettiva storica

Storicamente, il buddismo è stato fondato da Siddhārtha Gautama, che nacque come principe della tribù Shaka intorno al VI secolo aC, e si stabilì principalmente nel regno di Magadha nell'attuale Nepal e nell'India nord-orientale. Il luogo di nascita di Siddharta era Lumbini, e il suo luogo di nascita era il castello di Gabira (迦毘羅城, Kapilavastu).Si pensa che il regno di Magada sia stato il centro dell'emergere del buddismo piuttosto che il suo luogo di nascita o luogo di crescita. Siddhartha guidò molti discepoli in luoghi come la corte originaria di Srāvastī, un paese vicino al fiume Gange, e la foresta di bambù del regno di Magada. Tra i maggiori discepoli di Shakyamuni durante la sua vita, sono noti discepoli adolescenti come Saribul, Mok Geon-ryeon, Gaseop e Anan. I principali luoghi legati alla vita di Siddharta sono chiamati gli Otto Luoghi Santi.

Diffusione del Buddismo

Il re Ashoka, che fu il terzo re della dinastia Mauryan (4° - 2° secolo aC) dell'India, condusse una guerra di conquista e vinse, ma rimase sconvolto dagli orrori della guerra e tornò al buddismo. Di conseguenza, il buddismo si diffuse in tutta l'India e divenne un'opportunità per il buddismo di diffondersi al di fuori dell'India. Il buddismo, che ha avuto origine nella rotta settentrionale, si è diffuso attraverso il Gandhara in Tibet, Persia, Afghanistan e Taklamakan. Queste aree erano chiamate stazioni occidentali in Cina e le scritture e le immagini buddiste furono tramandate e le scritture tradotte in coreano da monaci locali come il clan Daewol, Anshi e Kanggeo. Buddismo, che è stato trasmesso in Cina