Città del Vaticano

Article

May 29, 2022

Stato della Città del Vaticano (cinese: -city , latino: Status Civitatis Vaticanæ) Vaticana Civitas Vaticana[*], italiano: Città del Vaticano Città del Vaticano[*]), o Vaticano, è un paese senza sbocco sul mare e una città-stato situata nella città di Roma, Italia, costituito da un'area murata che funge da confine. La Città del Vaticano, che comprende il Colle Vaticano e la Piana Vaticana a nord del colle, si estende su una superficie di 0,44 kmq e conta una popolazione di circa 852, ed è un piccolissimo Paese indipendente per superficie e popolazione. Rispetto alle divisioni amministrative della Repubblica di Corea, l'area di Città del Vaticano è uguale all'area di Sanggye 5-dong. È conosciuto come il paese più piccolo del mondo. È circa 1/6 dell'area di Yeouido. In precedenza esisteva uno Stato Pontificio (756-1870), che occupava la parte centrale della penisola italiana centrata su Roma, ma fu annesso con la forza al Regno d'Italia nel XIX secolo. . La Città del Vaticano ottenne l'indipendenza con la firma dei Patti Lateranensi l'11 febbraio 1929, che miravano a restaurare lo Stato Pontificio, e tuttora continua. Una sorta di stato teocratico governato dal Papa, è la sede generale della Chiesa cattolica in tutto il mondo. La maggior parte dei dipendenti pubblici della Città del Vaticano sono sacerdoti o religiosi. Nelle relazioni internazionali è chiamata la costellazione (Sancta Sedes).

Territorio

Il nome "Vaticano" è stato coniato molto prima del cattolicesimo, dal latino "Mons Vaticanus" che significa Colle Vaticano. Il territorio della Città del Vaticano è la piana del Colle Vaticano nella parte nord-occidentale di Roma, su cui si affacciano edifici come la Basilica di S. Questa zona faceva parte del rione Borgo di Roma fino al 1929. Fu diviso dalla città di Roma da quando Leone IV costruì una lunga cinta muraria sulla sponda occidentale del Tevere per impedire intrusioni dall'esterno, e successivamente, comprese le mura di Leone IV, Paolo III, Pio IV e Urbano 8 L'area fu ulteriormente ampliato grazie alla nuova costruzione della rocca di Sega. Con la firma del Trattato del Laterano nel 1929, il governo italiano designò il territorio del Vaticano come confine delimitato da una linea anulare, conferendogli la forma attuale. Alcune aree di confine non avevano muri, invece erano fiancheggiate da alcuni edifici e muri moderni furono costruiti in piccole parti del confine. Poiché Piazza San Pietro, compresa nel territorio vaticano, è impossibile isolarla dal resto di Roma, il governo italiano e il Vaticano generalmente considerano l'area di Pio XII fuori piazza San Pietro come un confine immaginario. Davanti a Piazza San Pietro c'è una Via della Conciliazione che porta al fiume Tevere, questa magnifica strada fu costruita da Benito Mussolini per commemorare la firma dei Patti del Laterano. Inoltre, secondo il Trattato del Laterano, il Vaticano può rivendicare alcuni diritti di proprietà nel territorio italiano, tra cui Castel Gandolfo, le Cattedrali degli Arcivescovi e gli uffici e uffici vaticani sparsi per Roma e l'Italia. gode di diritti extraterritoriali simili allo stato delle ambasciate estere. Le strutture designate come Castel Gandolfo e la Grande Crociata sono regolarmente pattugliate dalla polizia, che