Partito Nazionalsocialista Tedesco dei Lavoratori

Article

August 15, 2022

Partito Nazionalsocialista Tedesco dei Lavoratori o Partito Nazionalsocialista Tedesco dei Lavoratori (tedesco: Nationalsozialistische Deutsche Arbeiterpartei) o Nazisti Il Partito Nazista era un partito politico nella Germania nazista che esisteva dal 1920 al 1945. Il partito nazista ha posto l'antisemitismo, l'anticomunismo, l'antiliberalismo, il totalitarismo, il razzismo e il militarismo come politiche chiave. Si oppose fermamente al Trattato di Versailles, un trattato di pace durante la prima guerra mondiale, e ottenne un ampio sostegno, insistendo sul cosiddetto essenzialismo razziale della supremazia "ariana", "tedesca" o "tedesca". La politica del partito è ben espressa nel programma in 25 punti.

Nome

Il Partito Nazionalsocialista Tedesco dei Lavoratori (tedesco: Nazi [ˈnaːtsi], singolare e prefisso) o 'Nazis' ([ˈnaːtsis], plurale di Nazi) è anche ampiamente utilizzato dal Partito Nazionalsocialista Tedesco dei Lavoratori, abbreviato in nazista. è polemica sull'opportunità di tradurre il nome del partito Nationalsozialistisch come "nazionalsocialismo" o "nazionalsocialismo". La parola tedesca "Nazione" è una parola che significa nazione, paese o nazione. Sebbene il socialismo sia incluso nel nome del partito, i nazisti non confiscarono i beni dei capitalisti durante il loro regno e nazionalizzarono solo i mezzi di produzione limitati ad alcune industrie che non erano legate alla classe operaia, quindi è più simile al capitalismo di stato. In altre parole, era un partito con un nome e un orientamento diversi, come spesso si vede in altri partiti politici oggi. L'espressione "Terzo Reich" (das Dritte Reich, [das ˌdʁɪtʰə ˈʁae̯ç]) si riferisce ad Adolf Hitler che chiamava il Sacro Romano Impero il Primo Reich e l'Impero tedesco fondato a seguito dell'unificazione nel 1871 come Secondo Reich. Fu usato dopo La Germania nazista affermò che sarebbe durato mille anni come terzo impero del popolo tedesco. Naturalmente, il Terzo Reich, che Hitler giurò di durare per mille anni, durò solo 12 anni e 4 mesi. Nazismo (inglese: nazismo) è usato in modo intercambiabile per indicare il sistema ideologico nazista e il sistema totalitario che hanno stabilito.

Storia del Partito

Formazione

Organizzato il 5 gennaio 1919 da coloro che si opposero al Trattato di Versailles, il suo primo rappresentante fu Anton Drexler.

Entrata di Hitler

Il 12 settembre 1919 Hitler ricevette dal suo ufficiale superiore l'ordine di indagare sul Partito dei Lavoratori Tedeschi (il predecessore del Partito Nazionalsocialista Tedesco dei Lavoratori). Il congresso del partito si tenne in una birreria a Monaco e Hitler, che per caso partecipava al congresso, parlò e divenne membro del Partito dei lavoratori tedeschi.

Rivolte di Monaco

L'8 novembre 1923 Hitler ed Erich Ludendorff diedero inizio alla rivolta di Monaco. Era il quinto anniversario dell'istituzione della Repubblica di Weimar dopo l'esilio di Guglielmo II nei Paesi Bassi. Quel giorno, Hitler e Ludendorff stavano al fronte e marciarono a cavallo con circa 3.000 combattenti d'assalto. Ma all'improvviso la polizia ha iniziato ad attaccare. Poi Hitler si fece prendere dal panico. disse Ma il nome di Ludendorff non è servito a nulla. La sparatoria ha ucciso 16 membri nazisti. Göring, gravemente ferito, fuggì in Italia, dove Hitler cadde da cavallo e fu costretto a fuggire con un braccio rotto.

Espansione del potere di partito

Sebbene il partito fosse un tempo praticamente sciolto a causa delle rivolte di Monaco, i nazisti ripresero il potere e ribattezzarono il partito Partito Nazionalsocialista Tedesco dei Lavoratori durante le elezioni generali del 1926.