Lituania

Article

August 17, 2022

La Repubblica di Lituania (in lituano: Lietuvos Respublika, in inglese: Repubblica di Lituania) è una repubblica del Nord Europa. La capitale è Vilnius (ex Kaunas). Confina con la Bielorussia a est ea sud, il Mar Baltico a ovest, la Russia (la regione di confine dell'oblast di Kaliningrad) e la Polonia a sud-ovest e la Lettonia a nord. Ha la più grande popolazione e territorio tra i tre paesi baltici. Fu annessa all'Impero russo durante la spartizione della Polonia alla fine del XVIII secolo. Ottenne l'indipendenza durante la prima guerra mondiale, ma fu annessa con la forza dall'Unione Sovietica nel 1940. Era sotto il dominio tedesco dal 1941 e fu nuovamente occupata dall'esercito sovietico nel 1944 ed era un membro della Repubblica Sovietica. Dopo il fallimento del colpo di stato sovietico nell'agosto 1991, ha dichiarato l'indipendenza ed è stata riconosciuta per l'indipendenza a settembre, ma non ha partecipato alla Comunità degli Stati Indipendenti. Si trova nella parte più meridionale degli Stati baltici. La composizione etnica è per l'83% lituana. La quota della produzione industriale totale è del 29,6% per i prodotti alimentari e del tabacco, del 18,3% per i macchinari e del 17% per i prodotti tessili, abbigliamento e pelletteria. La riforma dell'istruzione è stata attuata implementando l'istruzione obbligatoria per 11 anni a partire dai 6 anni e introducendo l'istruzione religiosa nel 1990. Nella cultura cattolica romana, la Lituania si trova nella parte più settentrionale. Attualmente è membro dell'Unione Europea (UE), dell'Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO) e dell'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE).

Storia

Il nome Lituania compare per la prima volta nella cronaca latina Annales Quedinburgenses del 1009. Il 6 luglio 1253 Mindaugas accettò il cristianesimo e fondò il primo stato unificato. Nel 1386, Jogaila sposò Jadwiga, regina di Polonia, e la Lituania e la Polonia formarono un'alleanza. La coalizione lituano-polacca fermò l'espansione tedesca in Oriente sconfiggendo i Cavalieri Teutonici nella battaglia di Tannenberg nel 1410, e la Lituania raggiunse il suo apice durante questo periodo. Successivamente, Polonia e Lituania hanno condiviso la stessa sorte (→ Commonwealth Polonia-Lituania) e, a seguito della divisione della Polonia nel 1795, la Lituania è stata incorporata nel territorio dell'Impero russo. I lituani lanciarono tre grandi rivolte nel 1795, 1830 e 1863, ma fallirono. Dopo lo scoppio della prima guerra mondiale, la Lituania dichiarò l'indipendenza nel febbraio 1918. Inizialmente, il piano era di reclutare un monarca dal Ducato di Württemberg per ottenere l'indipendenza come monarchia, ma a causa della rivoluzione russa e della sconfitta dell'impero tedesco, divenne indipendente e iniziò come repubblica. Dopo che la Lituania ha dichiarato l'indipendenza nel 1918, complesse forze ideologiche come comunisti, conservatori e contadini hanno lottato per prendere il potere. Approfittando di questo divario, i nazionalisti iniziarono a costruire gradualmente il loro potere.Negli anni '30, nei tre paesi baltici, inclusa la Lituania, i nazionalisti salirono al potere in una ribellione e le dittature antisovietiche e anticomuniste salirono al potere. Il 23 agosto 1939, l'Unione Sovietica e la Germania nazista firmarono il Patto Ribentrop-Molotov, creando un protocollo segreto per dividere l'Europa centrale rispettivamente tra la Germania e l'Unione Sovietica. La Lituania è stata aggiunta come parte dell'Unione Sovietica in un secondo accordo segreto nel settembre 1939. Dopo lo scoppio della seconda guerra mondiale, la prima occupazione sovietica della Lituania avvenne il 15 giugno 1940, quando agenti del Comitato popolare dell'interno dell'Unione Sovietica fecero irruzione in un posto di frontiera lituano:20 dopo aver cacciato le forze sovietiche.